Una IA pensiona la voce di Darth Vader

Tramite la tecnologia, l'invecchiamento di un attore non è più un limite alle sue interpretazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-09-2022]

darth vader ia voce james earl jones

Per oltre 40 anni, James Earl Jones è stato la voce di Dart Fener (Darth Vader) nelle varie incarnazioni cinematografiche e televisive di Guerre Stellari, compresa la recente miniserie Obi-Wan Kenobi.

Proprio quest'ultima, però, ha segnato una sorta di passaggio di testimone: James Earl Jones s'è ritirato lasciando spazio a... sé stesso, grazie alle prodezze dell'intelligenza artificiale.

Chi avesse visto la miniserie in lingua originale avrà infatti notato che Dart Fener parla con una voce decisamente più giovanile di quella, pur tuttora profonda e imponente, dell'ormai novantunenne James Earl Jones, e del tutto sovrapponibile a quella che si può udire nel primo film della saga, Guerre Stellari - Una nuova speranza.

Ciò è dovuto al fatto che l'attore statunitense non ha doppiato il personaggio in modo tradizionale; invece, la sua voce è stata ricostruita digitalmente, con la benedizione di Jones stesso che si ritiene ormai pronto per il pensionamento da questo ruolo.

Il risultato è stato raggiunto grazie a Respeecher, un'azienda ucraina specializzata nei modelli di apprendimento automatico (machine learning) per la conversione del testo da scritto a parlato e, in particolare, nella riproduzione della voce di attori a partire dalle registrazioni esistenti per creare un modello che viene "interpretato" da un altro attore.

La voce di Fener è importante per caratterizzare il personaggio quasi quanto l'armatura che indossa, e in questo modo Disney s'è assicurata di poter continuare a poter sfruttare le prestazioni di Jones anche se quest'ultimo si gode il meritato riposo.

Quanto alla bontà del risultato, ciascuno può giudicare: in fondo all'articolo riportiamo una video con alcune delle scene in cui è presente Dart Fener nella serie Obi-Wan Kenobi.

Per quanto riguarda invece un altro aspetto, ossia se sia davvero corretto utilizzare la voce di attori non più in attività, si ripropone il tema che s'era presentato ai tempi di Rogue One (altro film della saga di Guerre Stellari), quando le fattezze di Peter Cushing vennero applicate digitalmente a un altro attore per l'interpretazione di Wilhuff Tarkin.

Di nuovo viene da chiedersi, infatti, se sia lecito separare il personaggio dall'attore che lo interpreta al punto che chi detiene i diritti sul primo ritenga giusto utilizzare le caratteristiche proprie del secondo (voce, fattezze e via di seguito) per continuare a tenere in vita una creazione artistica sicuramente amata dal pubblico ma che, proprio per questo, sembra più una fonte di incassi che un modo per omaggiare un artista.

Infine, una nota per quanto riguarda la versione italiana: nel nostro Paese, per la miniserie, la voce del Signore dei Sith non è stata affidata a Massimo Foschi, il doppiatore originale, nemmeno in versione "digitale" e ringiovanita; il doppiaggio è invece stato affidato a Luca Ward.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

O forse avremo gli attori direttamente a casa: [video]https://www.youtube.com/watch?v=w15LnG9GdVg[/video] Leggi tutto
1-10-2022 19:14

L'obiettivo primario di qualunque azienda è quello di aumentare sempre i profitti, non mi pare che l'industria cinematografica sia diversa in questo quindi fino a che il pubblico la premierà non credo si porrà nemmeno il problema se la cosa funziona. Leggi tutto
1-10-2022 14:16

{sumiami}
La direzione direi che è chiara: in un futuro non troppo lontano non ci saranno più attori, né tantomeno "voci", e tutto sarà realizzato al computer. In un futuro un po' più lontano credo che i film saranno realizzati non "al", ma "dal" computer. O forse con... Leggi tutto
28-9-2022 11:37

Una IA al posto di Darth Vader? Allora domani dirà: Leggi tutto
28-9-2022 07:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il prodotto che più ti attira tra questi?
Un lettore di ebook
Uno smartphone di ultima generazione
Un tablet o pad
Un navigatore satellitare
Un lettore Mp3 e/o video (portatile o da salotto)

Mostra i risultati (4629 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 novembre


web metrics