USB4 V2.0 arriva a 120 Gbit/s

Anche se soltanto a certe condizioni e per particolari applicazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-10-2022]

usb4 120gbps

All'inizio dello scorso settembre, lo USB Promoter Group aveva annunciato una bozza delle specifiche di USB4 V2.0, nuova versione dello standard che - si diceva allora - consentiva di portare la velocità di trasmissione dei dati addirittura a 80 Gbit/s.

Ora quelle specifiche sono diventate definitive e contengono una sorpresa: la massima teorica velocità raggiungibile non è più di "soli" 80 Gbit/s, ma di ben 120 Gbit/s, anche se soltanto a certe condizioni.

Questa velocità - definita «opzionale per certe applicazioni, come la gestione di schermi basati su USB4 ad altissime prestazioni» dallo USB Implementers Forum - viene infatti raggiunta operando in maniera asimmetrica «per fornire fino a 120 Gbit/s in una direzione, mantenendo 40 Gbit/s nell'altra».

In condizioni normali, una porta USB4 V2.0, anche se in grado di supportare i 120 Gbit/s, lavora a 80 Gbit/s in entrambe le direzioni; quando però vi si collega un prodotto che utilizza come modalità preferita la connessione a 120 Gbit/s, ecco che l'iniziale connessione simmetrica a 80 Gbit/s viene trasformata in una connessione asimmetrica a 120/40 Gbit/s.

I 120 Gbit/s possono essere adoperati indifferentemente in una qualsiasi delle due direzioni; d'altra parte, come spiega Brad Saunders, CEO dell'USB-IF, «è molto probabile» che l'utilizzo abituale riguardi l'invio di dati da un computer a un monitor ad alte prestazioni a 120 Gbit/s, lasciando la "corsia" a 40 Gbit/s per la trasmissione in senso inverso, dal monitor al computer.

Il fatto che si parli tanto di monitor non è casuale: questa versione dello standard USB è stata pensata per supportare agevolmente utilizzi come la gestione di display con risoluzioni superiori a 4K, con frequenze di refresh molto elevate, supporto a HDR e a più schermi.

I primi prodotti che supporteranno USB4 V2.0 non appariranno sul mercato «per almeno 12 - 18 mesi» come ha dichiarato esplicitamente lo USB-IF, e ancora non è chiaro quale nomenclatura commerciale sarà adoperata per evitare confusione nei consumatori, che a quel punto si troveranno con un unico connettore - USB-C - in grado di offrire velocità molto diverse in base ai cavi e alle porte utilizzate.

Per questo motivo, lo USB-IF vorrebbe che USB4 V2.0 adotti il nome commerciale USB 80 Gbit/s, ma non ha modo di imporre la propria volontà.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Thunderbolt, trasferimento dati fino a 10 Gbit/s
Il Wi-Fi arriverà a 1 Gbit/s
Due miliardi di FireWire
4G? WiMAX e LTE pari sono
Transcend aggiunge l'USB 3.0 ai portatili

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Mmmmhhhh posso ipotizzare....??? :butthead:
7-1-2023 14:36

Con la trifase ci vogliono tre buchi per le tre dita. Dove te le cacci le altre due dita? Leggi tutto
3-1-2023 18:43

Che c' di strano? Le guerre fra correnti ci sono in tanti campi... magnetici e non.
24-10-2022 19:28

Siamo tornati alla guerra delle correnti, Tesla contro Edison?
24-10-2022 19:02

Se poi in corrente continua anche meglio...
24-10-2022 19:00

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il gadget del momento lo smart watch. Si indossa al polso come un orologio tradizionale ma consente di telefonare, mandare Sms, accedere al web, leggere l'email, postare su Twitter o Facebook, ascoltare la musica. Ne acquisteresti uno?
S, per leggere l'email / gli Sms / Facebook / Twitter o per ascoltare la musica senza dover utilizzare il telefonino.
No. Ho gi uno smart watch: il mio telefonino. Non sono interessato a un altro accessorio.
No. Non mi interessa leggere l'email o accedere al web dall'orologio. Preferisco che orologio e telefono siano separati.
No. E' una cavolata.
Non saprei.

Mostra i risultati (2976 voti)
Febbraio 2023
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 febbraio


web metrics