E alla fine Urbani ha ceduto!

Il Ministro Urbani rinuncia alle sanzioni che voleva nel suo Decreto contro il file-sharing di film senza scopo di lucro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-04-2004]

E alla fine Urbani ha ceduto! Nei giorni scorsi sia il deputato ed "ideologo" di Forza Italia, Nando Adornato, Presidente della Commissione Cultura della Camera, che il Ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri, avevano espresso la loro volontà di eliminare dal Decreto Urbani la parte relativa alle sanzioni per chi scarica o scambia sulla Rete i film per uso personale e non commerciale.

Così Giuliano Urbani, isolato nel Governo e dal suo stesso partito, ha chiesto formalmente ed ufficialmente, ai deputati della Commissione Cultura, di abolire questa parte, così controversa e contestata, del suo Decreto Anti-pirateria: niente più 1.500 Euro di multa, confisca del Pc, e la cosidetta "gogna mediatica", cioè la pubblicazione sui principali quotidiani del nome dei rei di "pirateria domestica". Questa decisione del Ministro ha convinto l'opposizione a ritirare una mozione con cui chiedeva alla Camera di respingere il Decreto perché carente dei requisiti di costituzionalità.

Ora il Decreto prosegue il suo iter presso la stessa Commissione: sembra unanime la volontà di estendere la sua competenza alla repressione della "pirateria on line" di opere letterarie, musica e software mentre rimane tutto da chiarire e discutere l'aspetto dei compiti per gli Internet Provider.

Il Decreto è confuso e pericoloso sui compiti che devono avere gli Internet Provider rispetto alla prevenzione e repressione della pirateria on line: mera collaborazione, se richiesta, con l'autorità giudiziaria e gli organi di polizia, come oggi, o ruolo di "gendarmi" dei loro clienti, con rischi evidenti per la privacy.

Tra l'altro la deputato e diva Tv Gabriella Carlucci ha chiesto che venga introdotta in Italia una tassa sui servizi di connettività a banda larga, da riversare alla Siae, come esiste in Canada, per rifondere la perdita dei diritti di autore per il filesharing senza scopi di lucro.

Il rischio è, però, che i Provider scarichino sulle spalle dei loro clienti questo nuovo costo e una tassa del genere dovrebbe essere introdotto solo, in concomitanza, con provvedimenti che agevolino e non scoraggino la diffusione della banda larga. Per esempio, Francia e Germania, si sono accordate per chiedere all'Europa la riduzione al 4% dell'Iva per i ristoranti perché l'Italia non chiede una misura analoga per i servizi Internet in banda larga?

La scelta di Urbani di ritornare sui suoi passi è un frutto della mobilitazione della Rete italiana: dai ragazzi del Linux Group di Sassari con le loro decine di migliaia di firme, alla mobilitazione di numerose webzine, tra cui Zeus News. Una protesta ripresa e sostenuta da media importanti come il quotidiano La Stampa e il settimanale L'Espresso, da associazioni dei consumatori come Altroconsumo e Adiconsum, e sostenuta dall'opposizione parlamentare di uomini come il senatore verde Fiorello Cortiana e il gruppo dei Ds.

I rischi per la libertà e la privacy degli utenti Internet italiani non iniziano e terminano con le vicende del Decreto Urbani e, perciò, si spera che questa capacità di fare lobbyng ed essere una "lobby democratica e popolare" che la Rete italiana ha saputo esprimere non si disperda ma, semmai, si rafforzi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 26)

La Lingua della Suocera
Che dirne? Leggi tutto
11-5-2004 21:53

Angiolillo Rodolfo
URBANI - Ingenuo o reo di bustarelle ? Leggi tutto
24-4-2004 12:00

octopus
e sono retribuiti per questo Leggi tutto
12-4-2004 10:24

Arrabbiato
Allora, personalmente pago il canone della rai, pago il canone di sky!Penso non serva altro: quanti film trasmettono su sky? facciamo 5.000 in un anno? Bene!Io ho il diritto allora di avere tutti i film trasmessi dalle reti rai e sky!Mi sembra molto semplice, li posso duplicare vero? Vi compero le videocassette o i cd vergini,i video... Leggi tutto
11-4-2004 23:59

daniele_dll
tasse...tasse...sempre tasse Leggi tutto
10-4-2004 14:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sul tuo Pc (o notebook) c'è installato un hard disk oppure un disco a stato solido?
Entrambi
SSD: è più veloce di un hard disk, si guasta meno, consuma poco.
Disco fisso: è più affidabile, più economico e più capiente di una memoria flash.
Disco fisso sul Pc, SSD sul notebook.
Non so cosa ci sia installato: sono un utente, non un meccanico.

Mostra i risultati (2427 voti)
Luglio 2020
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Tutti gli Arretrati


web metrics