Per imparare, meglio leggere su carta che a schermo

Uno studio mostra come i ragazzi apprendano meglio leggendo da un libro che dal monitor di un computer.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-01-2024]

lettura carta istruzione

Per mostrarsi all'avanguardia, le scuole di ogni ordine e grado non fanno che puntare sulla "digitalizzazione" e sull'introduzione di apparecchi tecnologici nella didattica, sostituendo libri, quaderni, matite e penne con tablet, portatili, Chromebook e apparecchi analoghi.

Il problema nasce quando un recente studio condotto in America - e al momento in attesa di revisione prima della pubblicazione - sostiene che la lettura a schermo sia una delle cause del peggioramento delle capacità di comprensione degli studenti.

Che i punteggi dei test condotti negli USA per valutare la comprensione scritta dei bambini di 10-12 anni siano in continuo peggioramento è un dato di fatto che nessuno contesta: dal 2019 a oggi la media è calata di quattro punti, ma considerando il periodo dal 2012 a oggi il calo è di sette punti.

Per questi risultati, in particolare per la diminuzione nelle capacità registrata dal 2019, generalmente la colpa viene data ai lockdown decisi a seguito del Covid-19, che hanno costretto a una modalità di istruzione certamente non ottimale: gli studenti a casa, in un ambiente pieno di distrazioni, certamente non avranno avuto la concentrazione che avrebbero avuto in aula. D'altra parte, come si vede il calo è iniziato diversi anni prima e non può essere attribuito soltanto alle lezioni a distanza.

Per valutare l'impatto della sostituzione dei libri con gli schermi, gli autori dello studio citato hanno messo a confronto due gruppi di studenti delle medie della fascia d'età già indicata, considerata quella in cui «si passa dall'imparare a leggere a leggere per imparare»: al primo hanno sottoposto dei testi stampati su carta; al secondo dei testi visualizzati su uno schermo di computer.

Durante la lettura e l'attività di comprensione seguente veniva registrata l'attività cerebrale dei ragazzi tramite degli elettroencefalografi, ed è qui che arriva la scoperta. Chi aveva letto i testi su schermo mostrava un'attività elettrica del cervello corrispondente con la lettura superficiale; chi invece aveva letto i testi su carta mostrava un'attività corrispondente con una lettura approfondita.

«Pensiamo» - scrivono i ricercatori - «che i risultati di questo studio giustifichino l'aggiunta delle nostre voci a quelle di quanti suggeriscono che non dovremmo ancora liberarci dei libri stampati, dato che siamo stati in grado di osservare nel campione di partecipanti un vantaggio in termini di profondità di elaborazione durante la lettura da stampa».

«La lettura di testi cartacei» - continuano gli autori dello studio - «sia espositivi che complessi, sembra essere costantemente associata a una comprensione e a un apprendimento più profondi».

Anche se ulteriori studi potranno approfondire la questione, questi primi risultati sembrano sufficientemente importanti da dover essere presi in considerazione da quanti si occupano dell'istruzione dei ragazzi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Minitel, l'addio dopo 30 anni
Gli ebook che fanno male ai bambini
Il libro digitale minaccia il pluralismo culturale?
Amazon, gli ebook sorpassano i libri cartacei
Amministrazione pubblica sulle nuvole

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Probabilmente perché noi apparteniamo ad una generazione precedente.
28-1-2024 07:49

Sul monitor non mi sento di garantire neppure io, ma di fronte ad un e-reader ti assicuro che mi comporto e mi pongo esattamente come quando uso un libro cartaceo, però il risultato è inferiore...
27-1-2024 15:01

Non è una questione di strumento, ma di mentalità. Non ci poniamo davanti ad un monitor nelle stesse condizioni (postura, approccio mentale, motivazione) che usiamo con un supporto (simil-)cartaceo.
27-1-2024 09:40

Personalmente ho notato però che mi è facile ricordare libri letti su supporto cartaceo che su e-reader e anche gli articoli letti sullo schermo del PC mi restano sicuramente meno impressi di quelli letti su libri o sui giornali cartacei. Questo pur senza aver fatto prove più specifiche e approfondite di studio di argomenti complessi. ... Leggi tutto
26-1-2024 17:52

Purtroppo c'è gente che vede o bianco o nero, senza capire che viviamo in un mondo a colori e se per caso alzi la voce per dissentire vieni crocifisso a priori senza appello, poiché l'ideologia non ammette deviazionismi. :basta:
24-1-2024 12:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste professioni obsolete secondo te ha ancora un futuro?
Agente di viaggio. C'è ancora qualcuno che prenota le vacanze in agenzia? (Parrebbe di sì)
Cassiera di supermercato. Sostituita dalle casse automatiche e dalla spesa online. (Ma i clienti rimangono affezionati al vecchio sistema)
Centralinista. Sostituito dai centralini digitali. (Eppure resiste in molte aziende)
Data entry. Mai sentito parlare di scanner e OCR? (Invece c'è chi inserisce ancora tutto a mano)
Dattilografo. I dirigenti moderni gestiscono il proprio blog, non dettano più gli appunti a una segretaria; al massimo usano il riconoscimento vocale. (Ma esistono davvero dirigenti... moderni?)
Impiegato di banca allo sportello. Con i conti online è una figura sempre meno utile. (Però in banca tutti lo cercano)
Giornalista. Con Google News, Facebook, Twitter e i blog, c'è ancora bisogno di loro? (Almeno dei migliori, evidentemente sì)
Postino. Con la posta elettronica, la posta tradizionale va diminuendo sempre più. (Ma ci vuole sempre qualcuno che la consegni)

Mostra i risultati (2764 voti)
Aprile 2024
TIM, altre ''rimodulazioni'' in arrivo
L'algoritmo di ricarica che raddoppia la vita utile delle batterie
Hype e Banca Sella, disservizi a profusione
Falla nei NAS D-Link, ma la patch non arriverà mai
La navigazione in incognito non è in incognito
Le tre stimmate della posta elettronica
Amazon abbandona i negozi coi cassieri a distanza
Marzo 2024
Buone azioni e serrature ridicole
Il piano Merlyn, ovvero la liquidazione di Tim
Falla nelle serrature elettroniche, milioni di stanze d'hotel a rischio
L'antenato di ChatGPT in un foglio Excel
La valle inquietante
La crisi di Tim e la divisione sindacale
La fine del mondo, virtuale
WhatsApp e Messenger aprono agli altri servizi di chat
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 aprile


web metrics