Primo: riparare i guasti telefonici

L'assistenza tecnica per la riparazione dei guasti della linea telefonica e dell'Adsl è uno dei punti più deboli della Telecom privatizzata.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-12-2005]

Per anni si sono decantate le privatizzazioni come il toccasana dell'economia e l'unica possibilità di miglioramento della qualità dei servizi pubblici. Si tratta di una tesi che sta dimostrando in molti settori della vita italiana i suoi limiti più pesanti.

Dalle autostrade che non riescono a dare assistenza agli automobilisti durante le nevicate, ai blackout elettrici, sono molte le conseguenze negative di una gestione dei servizi pubblici che tiene troppo conto delle esigenze di redditività degli azionisti a scapito del servizio reso ai consumatori sono sotto gli occhi di tutti.

Uno dei settori in questo deficit di qualità, in cui la privatizzazione ha comportamento un netto e deciso peggioramento è sotto gli occhi di tutti: si tratta dell'assistenza tecnica di Telecom Italia, la rete di call center e tecnici esterni, largamente integrata da imprese in outsourging, che dovrebbe provvedere alla riparazione dei guasti delle linee telefoniche e dell'Adsl.

Prima della privatizzazione di Telecom Italia, intorno al 2000, soprattutto prima dell'Opa di Colaninno e Gnutti, di cui oggi si riparla molto per gli intercci dell'Opa con le vicende e gli scandali legati a Fiorani e Consorte, si erano raggiunti risultati notevoli; ma proprio la privatizzazione ha riempito Telecom Italia di debiti pesantissimi (a cui si sono aggiunti quelli dell'acquisto da parte di Tronchetti e della fusione con Tim) in fatto di riparazione dei guasti delle linee telefoniche.

Secondo obiettivi certificati e accettati dal Ministero delle comunicazioni, più del 90% dei guasti veniva riparato entro 8 ore dalla segnalazione del cliente. I guasti delle utenze business erano riparati in tempi mediamente più brevi. Un'attenzione particolare era dedicata ai telefoni pubblici (prima del boom del cellulare). Si tendeva a rafforzare ancora di più con turni speciali la presenza del personale tecnico la domenica e nei giorni festivi.

Nel 2005 solo il 60% dei guasti è stato riparato entro due giorni dalla segnalazione da parte del cliente, che significa che un 40% circa è riparato dopo due giorni. Spesso persone anziane, che vivono in zone isolate, possono rimanere senza telefono fisso (cioè senza telesoccorso e/o sistemi di antifurto collegati via telefono) anche per parecchi giorni. Anche le utenze affari (come negozi, alberghi, ristoranti) rimangono per giorni con le linee fuori uso, Pos e Internet compresi.

Non esistono dati precisi per quanto riguarda i guasti Adsl ma anche in questo campo le proteste si fanno sentire; spesso non si riesce a parlare con un operatore tecnico e si viene dirottati automaticamente dal 187 a operatori commerciali che non possono intervenire.

Telecom Italia ha deciso anche un piano di assunzioni di personale per l'assistenza tecnica, ma intanto crescono i vuoti di organico, causa esodi incentivati e pensionamenti; inoltre la scure dei tagli si abbatte sulle imprese per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle Reti.

Non pare che il vertice aziendale abbia una netta percezione del malumore e dello scontento che sta crescendo dalla "base" dei clienti, anche piccole e medie imprese, rispetto allo scadimento degli standard della qualità del servizio di assistenza tecnica: è un malumore che spesso, quando può, si incanala nelle scelte di gestori alternativi.

Al contrario, recentemente il management sembra più interessato a utilizzare i tecnici dell'assistenza come "forza ausiliaria di vendita" per piazzare telefoni, videotelefoni e cordless, con pressioni e incentivi ad hoc, piuttosto che alla riduzione dei tempi di riparazione dei guasti di linea e Adsl.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

credo che una separazione contabile esocietaria non sevirebbe a noiente se no na duplicare i costi:due cal center, due unitÓ di pianifi cazione,etc.tutto doppio. anche ferrovie spa Ŕ stata divisa in 4 societÓ(spearazione contabile=bilanci diversi; separazione societaria=2 organizzazioni diverse e2 nomi diversi),ma sulle ferrovie... Leggi tutto
2-2-2006 11:57

{roberto}
Indennizzo canonetelecom x guasto.SOLO A RICHIESTA Leggi tutto
7-1-2006 22:19

{il caro leader}
Mi sembra che questo articolo sia viziato da un dogma ideologico. Non ha infatti senso sostenere che un'azienda privatizzata sia _automaticamente_ meno efficiente. Anzi, se apri qualunque libro di storia dell'economia lo troverai zeppo di case history che dimostrano il contrario.Forse i tuoi strali dovrebbero dirigersi su _come_... Leggi tutto
30-12-2005 16:00

Telecom??? A LAVORAREEEE!!!!! Leggi tutto
28-12-2005 21:36

{Antonio}
Il falso toccasana della privatizzazione Leggi tutto
28-12-2005 09:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ŕ il maggior problema tra questi?
La gente comune non capisce molto di scienza.
La stampa e i media non mettono in risalto le scoperte veramente importanti.
La stampa e i media semplificano troppo le scoperte scientifiche.
La gente comune si aspetta soluzioni semplici e veloci.

Mostra i risultati (1964 voti)
Marzo 2023
iPhone 15, addio alle SIM anche in Italia?
Hyundai: i touchscreen nelle auto sono pericolosi
Windows 11, ancora SSD lenti dopo l'ultimo aggiornamento
La IA entra in Gmail e nei Documenti di Google
Samsung beccata a barare sulle foto della Luna
Perché c'è una fotocamera negli scanner dei supermercati?
Il primo datacenter lunare sta per aprire i battenti
Amazon chiude 8 negozi “senza commessi”
Meta inietterà la IA in WhatsApp, Facebook Messenger e Instagram
Febbraio 2023
Intelligenza artificiale: il programmatore pericoloso
SPID a rischio, due mesi per deciderne il futuro
L'UE vara il Portafoglio per l'Identità Digitale
Sfida su TikTok costringe ad aggiornare 8 milioni di auto
Windows 11 è praticamente uno spyware
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 marzo


web metrics