Bill Gates si appella al buon cuore delle imprese

La filiale inglese di Microsoft ha messo online una petizione per assicurarsi l'avvenire di Office Open XML.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-04-2007]

Badvista

Siamo al rush finale per la casa di Redmond nello sforzo di far approvare dall' International Organization for Standardization il suo formato per documenti OOXML integrato in Office 2007.

Dopo l'approvazione di Ecma International, entro quest'estate l'ente che gestisce gli standard internazionali dovrà decidere se le oltre 6000 pagine di specifiche tecniche prodotte da Microsoft siano atte a certificare l'esistenza di un nuovo standard oppure no.

Per valutare appieno le fibrillazioni d'oltreoceano basta ricordare come le specifiche ISO siano quell'insieme di regole e valutazioni che fanno testo presso un po' tutte le amministrazioni pubbliche; per arrivare all'agognato traguardo dopo le aggressive campagne commerciali e altre forzature di dubbio contenuto etico, la filiale inglese di Microsoft se ne è uscita con una petizione rivolta alle imprese per invitarle a sostenere il nuovo formato presso il British Standard Institute.

Com'è ovvio le polemiche non si sono fatte attendere; la comunità open source giudica "disperata" l'iniziativa; Rufus Pollock, responsabile della Fondazione per le infrastrutture della libera informazione ritiene che Microsoft tema assai l'espansione dell'Open Document che è uno standard già riconosciuto.

Mark Taylor, uno dei fondatori dell'Open Source Consortium rincara la dose: "Esiste già uno standard internazionale, che è l'Open Document adottato in molte nazioni e riconosciuto da molti governi. Microsoft fa moltissima fatica a spingere il suo Open XML e quest'ultima mossa dimostra tutta la sua paura."

Tra tutte continua a levarsi la voce della Free Software Foundation, che invita a non demonizzare Microsoft ma a difendere la libertà degli utenti opponendosi coi fatti al software proprietario; concludendo con un sorriso che è anche uno sberleffo: "Grazie tante, Microsoft, e ora, per favore, vattene fuori dai piedi".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Quando linkate qualcosa, indicate cosa sia con un riassuntino, o riportando le righe della parte più importante (ovviamente non tutto l'articolo, pr ovvi motivi di copyright: citare è consentito, copiare no) Ho sistemato io in questo caso, così che legge può capire di che si tratti. chemicalbit, moderatore.
17-4-2007 00:15

Io sono d'accordo con l'autore del sito, ma dimenticavo, scusatemi, che i riferimenti sono di parte OpenOffice. Ciao Leggi tutto
16-4-2007 19:04

Microsoft e l'ODF Leggi tutto
16-4-2007 18:20

Leggi tutto
16-4-2007 17:44

I formati Open di Microsoft Leggi tutto
16-4-2007 11:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo approccio con la tecnologia?
La ostacolo con tutte le mie forze: porta solo guai, inquinamento, distruzione e guerra. Il mio stile di vita ideale e' quello degli Amish della Pennsylvania.
Sono poco interessato, uso le macchine al minimo indispensabile, e solo per l'utilizzo pratico. Per esempio, uso il telefono per comunicare, l'auto per muovermi sulle lunghe distanze e il computer per fare strani calcoli elaborati.
La tecnologia non e' buona o cattiva, essa si limita a fornirci degli strumenti piu' potenti. Se vengono usati a fin di bene o male, il merito o la colpa sono solo nostri.
Amo circondarmi di macchinette che fanno cose fino a ieri impensabili. Essere aggiornato e' per me un sottile godimento, per certi versi una piacevole dipendenza.

Mostra i risultati (3897 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics