Aria porta il WiMax in 100 comuni senza Adsl

Entro giugno 2009 l'operatore installerà 1.200 stazioni WiMax in tutto il Paese, cominciando dalle zone colpite da digital divide.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-10-2008]

Aria WiMax 1.200 stazioni 100 Comuni digital divid

Il WiMax in Italia inizia a muovere i primi passi e un ulteriore operatore si aggiunge a Linkem, che dal primo ottobre ha iniziato la copertura di alcune zone della Lombardia e Puglia.

Il gestore si chiama Aria e ha promesso di completare entro la metà del prossimo anno l'installazione di 1.200 stazioni WiMax in tutta Italia per raggiungere innanzitutto quelle zone che ancora sono vittima del digital divide.

Nella fase iniziale, che partirà a breve, 100 Comuni che ora non sono raggiunti dalle connessioni tradizionali potranno godere della banda larga senza fili.

Il direttore generale di Aria, Franco Grimaldi, ha commentato l'annuncio e illustrato i piani futuri dell'azienda: "Questo è per noi un progetto molto sfidante", ha dichiarato in un italiano quantomeno sospetto, "e prevede l'installazione in 5 anni di 4.500 stazioni WiMax distribuite su tutto il territorio nazionale".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Ciao ragazzi Che grande notizia speriamo che l'istallazione venga presto.
25-10-2008 11:10

io sono sempre ad aspettare che finisca il digital divide a Firenze, nella strada davanti agli uffici della Regione Toscana....
22-10-2008 08:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual il prodotto pi obsoleto tra questi?
Il lettore DVD da salotto: sta per fare la fine del videoregistratore VHS.
L'iPod: ormai la musica si ascolta con lo smartphone.
Il Blackberry: ha pochissime app, ormai ha fatto il suo tempo.
Angry Birds: ormai la moda passata.
Un telefonino che non sia smartphone: esistono ancora?
L'auricolare Bluetooth: bruttissimo a vedersi.
Lo smartwatch, per lo meno quelli di prima generazione: brutti e limitati.
Il Nintendo Wii: non pu competere con l'Xbox One e la PS4.

Mostra i risultati (1963 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics