Il nostro odore è l'ultima tecnica di riconoscimento biometrico

L'odore di una persona resta costante anche se si cambia la dieta e permette un'identificazione affidabile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-11-2008]

Identificazione dall'odore corporeo Philadelphia

Dopo le impronte digitali e la scansione dell'iride, ecco il sistema di riconoscimento basato sull'odore corporeo.

Come qualunque cane sa bene, ogni persona ha un odore corporeo unico, proprio come uniche sono le impronte digitali, che può essere usato per identificarla: uno studio del Monell Chemichal Senses Centre di Filadelfia l'ha appena confermato.

In realtà il Centro ha condotto i propri test sui topi e ha scoperto che, anche cambiando dieta, l'odore di base resta costante e permette agli individui di riconoscersi tra loro.

Gli scienziati sono convinti che per gli esseri umani valga lo stesso principio, e che queste informazioni possano essere usate per creare dei dispositivi che identifichino in maniera affidabile gli individui partendo dal loro odore.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La banca con il riconoscimento biometrico della voce

Commenti all'articolo (2)

L'odore di una persona resta costante Leggi tutto
15-11-2008 13:39

Chissŗ se con lo stesso profumo... Leggi tutto
14-11-2008 08:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Alcuni anni fa, L'Agenzia delle Entrate pubblicÚ sul web i redditi dei cittadini; poi, dopo l'intervento del Garante Privacy, li mise offline. Questi dati secondo te devono essere disponibili su Internet?
No
Non saprei

Mostra i risultati (5335 voti)
Febbraio 2020
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Tutti gli Arretrati


web metrics