Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Newsletter n. 856

La sfortunata fidanzata di un possessore di Wii Hot!

News - La Nintendo si fa le scarpe da sola, rovinando il debutto da primato del Wii per una questione di lacci del controller: sarebbero troppo deboli e hanno già causato numerosi incidenti. Oltre tre milioni di console a rischio. (23 commenti)
di Luigi Saggese, 17-12-2006
Hot! Armadio Telecom (foto di Giovanni Boscolo)

News - Sgominata una banda di truffatori che installavano apparati per far chiamare automaticamente gli 899 da numeri di abbonati ignari. E la security di Tavaroli? (3 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 15-12-2006
Riccardo Perissich Hot!

News - Riccardo Perissich lascia la guida degli affari istituzionali di Telecom Italia, portandosi dietro molti segreti. (1 commento)
di Pier Luigi Tolardo, 17-12-2006
Hot! analogico e digitale

Sondaggi - Professionisti e amatori, oggi divisi tra fotocamera e Pc. (32 commenti)
di Luigi Saggese, 17-12-2006
abuso Hot!

News - Il sacerdote, noto per il suo impegno contro la pedopornografia on line, ribadisce che la sua non è una caccia alle streghe. (4 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 16-12-2006
Hot! Intel Friday Night Games

Segnalazioni - Seconda edizione per il salone italiano del gioco e del videogioco.
di Luigi Saggese, 15-12-2006
Usbcell Hot!

Maipiusenza - Usbcell produce delle batterie molto particolari: si ricaricano via Usb.
di Francesca Destro, 17-12-2006
Hot! Foto di Tracy Olson

News - Il Consiglio comunale di Trecate decide di installare le videocamere, ma proibisce le videoregistrazioni delle sedute del consiglio. (5 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 17-12-2006
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanitÓ, in ambito scientifico?
Il futuro Ŕ nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietÓ intellettuale Ŕ solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrÓ pi¨ essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietÓ intellettuale Ŕ uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti pi¨ truci.
Lo scenario pi¨ probabile Ŕ un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirÓ i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'Ŕ il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanitÓ.

Mostra i risultati (1613 voti)
Leggi i commenti (6)
Settembre 2023
X (ex Twitter), tutti gli utenti dovranno pagare
iPhone 15, il connettore USB-C è zoppo
Il bug di Windows che rende velocissimo Esplora File
Lidl, merendine ritirate: invitavano a visitare sito porno
Meta pensa a Instagram e Facebook a pagamento nella UE
Agosto 2023
Chrome, nuova interfaccia: ecco come abilitarla
L'Internet delle brutte Cose
LibreOffice balza dalla versione 7.6 alla 24.2
La scorciatoia che “congela” Gestione Attività
Ford agli utenti: spegnete il Wi-Fi dell'auto
Sony e Universal contro i 78 giri dell'Internet Archive
Meloni decide la nazionalizzazione di TIM
Da Z-Library un'estensione per aggirare i blocchi
Da Microsoft uno strumento che attiva le funzioni nascoste di Windows 11
Canone TV, dalla bolletta della luce ai telefonini?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 settembre

web metrics