Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Newsletter n. 945

Hot!

News - Il software viene utilizzato per misurare le superfici agrarie e verificare che corrispondano con i dati dichiarati dai proprietari terrieri. (11 commenti)
di Dario Meoli, 23-07-2007
Hot! ask

Sicurezza - Ask renderà anonimo il surfing ai propri utilizzatori. Microsoft invece prepara pubblicità sempre più mirate e pervasive, lasciando adito a seri dubbi in merito a violazioni della privacy. (3 commenti)
di Dodi Casella, 23-07-2007
blackberry Hot!

Editoriale - I servizi di geolocalizzazione Gps nel telefonino sono utili ma possono rappresentare un serio pericolo per la nostra riservatezza. (5 commenti)
di Dario Meoli, 24-07-2007
Hot! biom

News - Testati i pagamenti degli impiegati con la lettura delle dita, ma stavolta non si tratta delle impronte digitali: si scandaglieranno i capillari sanguigni. (2 commenti)
di Dodi Casella, 24-07-2007
ms Hot!

News - Il Comitato Internazionale degli Standard pare orientato a respingere la richiesta di riconoscimento. (5 commenti)
di Dodi Casella, 23-07-2007
Hot! McDon

News - Svolta ecologica della multinazionale americana: è in fase avanzata di realizzazione un biocarburante tratto esclusivamente dall'olio esausto delle patatine fritte. (6 commenti)
di Dodi Casella, 23-07-2007
carrozzina Hot!

News - La società che gestisce la corrispondenza del gruppo Telecom, costituita da lavoratori esternalizzati, licenzia un lavoratore gravemente invalido solo per malattia. (2 commenti)
di Pier Luigi Tolardo, 23-07-2007
Hot! fbi

Sicurezza - Una recente inchiesta relativa a un caso di mailbombing rivela parzialmente le tecniche usate dai G-men per hackerare siti e computer in rete.
di Dodi Casella, 23-07-2007
bimbo Hot!

Segnalazioni - Due video mostrano come anche un bambino di un anno non abbia difficoltà con l'interfaccia del telefono di Apple. (7 commenti)
di Emilio Roda, 23-07-2007
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanitÓ, in ambito scientifico?
Il futuro Ŕ nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietÓ intellettuale Ŕ solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrÓ pi¨ essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietÓ intellettuale Ŕ uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti pi¨ truci.
Lo scenario pi¨ probabile Ŕ un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirÓ i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'Ŕ il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanitÓ.

Mostra i risultati (1421 voti)
Leggi i commenti (5)
Settembre 2019
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
Tutti gli Arretrati

web metrics