Troppo sole spinge al suicidio

Non è l'inverno ma l'estate la stagione in cui avviene il maggior numero di suicidi: alcuni ricercatori danno la colpa all'eccessiva esposizione alla luce solare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-05-2009]

Troppo sole spinge al suicidio Groenlandia

Diffidate di coloro che danno la colpa ai lunghi e lugubri mesi invernali se sono di cattivo umore: una ricerca condotta da tre studiosi di tre Paesi diversi dimostra come non sia l'oscurità a deprimere le persone, ma l'eccessiva esposizione alla luce solare.

La svedese Karin Sparring Björkstén, il danese Peter Bjerregaard e il californiano Daniel Kripke hanno raccolto e confrontato i dati relativi ai crimini violenti avvenuti in Groenlandia dal 1968 al 2002: in quel periodo ci sono stati 1.351 suicidi e 308 omicidi.

I ricercatori hanno notato - non senza sorpresa - che, mentre gli omicidi sono distribuiti più o meno uniformemente in tutto l'anno, i suicidi mostrano un marcato picco a giugno e un drastico calo in inverno.

Inizialmente hanno ipotizzato che fosse il maggior consumo di bevande alcoliche a spiegare almeno in parte questa situazione, ma hanno scoperto che anche il consumo di birra resta sostanzialmente lo stesso per l'intero anno.

Andando più a fondo, i tre si sono accorti che i suicidi aumentano con il crescere della latitudine: in pratica il maggior numero di suicidi all'anno avviene in estate e nelle zone abitate più a nord, dove per sei mesi non fa mai buio.

L'unica caratteristica che aumenta di pari passo con il tasso dei suicidi - hanno dovuto registrare - è la quantità di luce solare: più dura il giorno, più le persone si uccidono.

Incuriositi dalla situazione, gli studiosi hanno confrontato i dati relativi ai suicidi con le stesse statistiche nell'emisfero australe: lì la situazione è speculare.

I suicidi avvengono quando da noi è pieno inverno, ossia quando nel sud del mondo la bella stagione è al proprio culmine (dicembre per il Cile, settembre/ottobre per il Sud Africa, Novembre per lo stato australiano del Queensland).

Ulteriori prove arriverebbero dalla raccolta di dati in Finlandia, Norvegia, Belgio, Francia, Italia, Giappone, Usa, Lituania e Svizzera: in tutti i casi il massimo dei suicidi si registra in primavera ed estate.

Il rapporto finale dello studio è ancora in fase di elaborazione e quando sarà terminato verrà pubblicato su Bms Psychiatry.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

... diciamo che si potrebbe dire che ansia e depressione non vanno d'accordo con situazioni che aumentano la sofferenza cerebrale, mi sembra più corretto ^_^, le stagioni di passaggio sono sempre state causa di stress. la mancanza di sonno per esempio è una causa di stress molto alta nei paesi dove il sole non tramonta per diversi mesi e... Leggi tutto
19-5-2009 07:03

{Giovanni}
Quindi "people del nord" state a casa e non andate al sud a prendere il sole... capito il messaggio!!
19-5-2009 06:32

Zbear gia' hai avuto un richiamo. Leggi il messaggio privato che hai in attesa da settimane e occhio al regolamento.
18-5-2009 20:22

Lo studio era già stato fatto in anni passati, e ha una sua concretezza. Il problema è che non si riferisce SOLO alla luce solare ma a vari parametri, fra cui la quantità di melatonina, pesantemente influenzata dalla quantità di luce giornaliera. Ovviamente riferiti alla depressione che porta al suicidio.... Leggi tutto
18-5-2009 19:24

Sei di scientology, eh? Solo loro in genere dicono queste cacchiate ..... Leggi tutto
18-5-2009 19:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Stai installando un'applicazione. Cosa fai quanto compare il contratto di licenza?
Lo leggo attentamente e poi faccio click su “Accetto”
Do un sguardo al testo e poi accetto
Dipende dall'applicazione. A volte leggo il contratto di licenza
Non leggo mai il contratto di licenza. È davvero indispensabile?
Leggo il contratto di licenza dopo aver installato l'applicazione

Mostra i risultati (1261 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics