SMS guidando, li invia quasi un automobilista su tre

I più giovani non trovano pericoloso usare il cellulare mentre sono alla guida.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-03-2011]

SMS guidando 30% teenager

Secondo un'indagine di Consumer Reports - che ha intervistato 1.026 persone negli Stati Uniti - non c'è niente da fare: nonostante i messaggi, le notizie relative agli incidenti e le campagne, i guidatori più giovani continuano a usare il cellulare mentre sono alla guida.

Ben il 63% delle persone con meno di 30 anni ha tranquillamente ammesso di aver fatto telefonate mentre era al volante negli ultimi 30 giorni e il 30%, nello stesso periodo, ha inviato SMS.

La percentuale è insomma in aumento rispetto a quella rilevata da un'indagine analoga realizzata nel giugno del 2009.

Sopra i trent'anni le cose vanno un po' meglio, anche se non troppo: il 41% telefona mentre guida, ma solo il 9% invia SMS (non si sa se per prudenza o incipiente presbiopia).

La maggior parte dei più giovani si comporta in quel modo perché non percepisce il pericolo: solo il 30% ritiene pericoloso usare il telefono mentre è al volante, mentre soltanto il 36% si preoccupa, di tanto in tanto, delle possibili conseguenze di una guida distratta.

Tanta sconsideratezza deriva forse dalla constatazione che più o meno tutti usano il cellulare in auto: il 94% ha rivelato di aver notato, sempre negli ultimi 30 giorni, persone che parlavano al telefono pur guidando, mentre il 64% ha notato che gli altri automobilisti inviavano SMS.

La conclusione di Ray LaHood, Segretario del Dipartimento dei Trasporti, è sconsolata: "Guidare mentre si è distratti è diventato un'epidemia mortale sulle strade americane, e gli adolescenti sono particolarmente vulnerabili per via della loro inesperienza al volante e, spesso, a causa del condizionamento dei coetanei".

Per cercare di ridurre il fenomeno le autorità stanno lavorando a una campagna di prevenzione per informare ed educare genitori, insegnanti e adolescenti, di cui il video che riportiamo qui sotto fa parte.

L'iniziativa, d'altra parte, ha dei precedenti, come la campagna proposta da AT&T in occasione della fine dello scorso anno, realizzata facendo parlare i parenti delle vittime della strada.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
In Sud Corea cartelli stradali per i pedoni distratti dagli smartphone
Comandi vocali guidando l'auto? 27 secondi di sicurezza in meno
Sms alla guida di un'auto? Non solo
Apple blocca gli Sms al volante
Sms alla guida
L'alienazione da cellulare diventa un video su YouTube

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Io qlli ke inviano sms mntre guidano li prendrei a kalci in c*lo xkÚ pssno kausare incidnt ora skusate ma sono arrvto all'uni vi saluto
13-4-2011 12:35

A costo di fare la bambina pestifera del forum, ho un parere in parte eretico sul telefono in macchina. Posto il fatto che, codice o non codice, ciascuno di noi e` responsabile per se` (e per gli altri, nella misura in cui le sue azioni li possono coinvolgere, nel bene e nel male), il telefonino e` in parte sopravvalutato, ma in parte... Leggi tutto
23-3-2011 13:09

Quello che voglio dire Ŕ che Ŕ assolutamente ridicolo fare statistiche del genere e organizzare campagne di prevenzione per informare ed educare genitori, insegnanti e adolescenti mentre nessuno si sogna neanche lontanamente di andare a fare una leggina del caspio per non intaccare la "libertÓ" del "glorioso" popolo... Leggi tutto
23-3-2011 09:05

di che stiamo parlando ? Leggi tutto
22-3-2011 18:23

Beh, magari che fra legalitÓ e opportunitÓ spesso, purtroppo, non c'Ŕ corrispondenza: in Italia pratichiamo da anni con spensieratezza il condono edilizio, poi quando vengono cancellati interi quartieri tutti a piangere per l'immane tragedia... :roll:
22-3-2011 16:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto sei disposto a pagare per l'acquisto di prodotti per la ''casa intelligente'' nei prossimi 12 mesi?
Fino a 150 euro
Fino a 250 euro
Fino a 500 euro
Fino a 1000 euro
Oltre 1000 euro
Non sono sicuro

Mostra i risultati (832 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics