LTE, l'Europa libera la banda

Liberando parte della banda riservata all'UMTS l'Europa punta a garantire connessioni a 30 Mbit/s a tutti i cittadini.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-11-2012]

europa lte banda

La connessione mobile secondo lo standard LTE (un po' impropriamente definita 4G) non è ancora molto diffusa in Europa (sebbene la situazione vari anche di molto da Paese a Paese), diversamente da quanto accade, per esempio, negli USA.

La Commissione Europea ha deciso di dare una mano alla diffusione della banda larga mobile riorganizzando in parte le frequenze: in particolare ha deciso di liberare 120 MHz nella banda dei 2 GHz (banda 1920-1980 MHz unitamente alla banda 2110-2170 MHz), attualmente utilizzabili unicamente per i servizi UMTS/3G, affinché possano essere adoperati per la connettività 4G.

Affinché ciò avvenga concretamente è stato dato tempo agli Stati membri dell'Unione fino al 30 giugno 2014 per includere la norma nelle propria legislazione.

Tutto ciò permetterà alla fine di avere circa 1.000 MHz di banda disponibile per le connessioni 4G (circa il doppio degli Stati Uniti), una necessità inevitabile se si vuole raggiungere l'obiettivo, fissato per il 2020, di garantire a ogni cittadino dell'Unione Europea una connessione ad almeno 30 Mbit/s.

Ovviamente, la questione non riguarda solamente leggi, infrastrutture e operatori: è infatti necessario che i vari dispositivi mobili siano in grado di adoperare le nuove frequenze liberate. Al momento, in Europa, l'iPhone 5 è in grado di farlo, ma molti altri terminali no.

Sondaggio
Da casa, come ti colleghi a Internet e a quale velocità?
Confronta i risultati con quelli del 2014
Modem 56K - 2.1%
Adsl a bassa velocità (fino a 2 Mega) - 11.8%
Adsl da 4 a 7 Mega - 49.2%
Adsl da 8 a 20+ Mega - 21.6%
Fibra ottica - 5.0%
Telefonino o chiavetta Gprs - 0.5%
Telefonino o chiavetta Umts - 2.0%
Telefonino o chiavetta Hspa - 5.2%
Telefonino o chiavetta Lte - 0.4%
Tramite Wi-Fi su una rete aperta - 2.1%
  Voti totali: 12540
 
Leggi i commenti (7)

Neelie Kroes, Commissario per l'agenda digitale, ha commentato così la decisione: «Questa estensione dello spettro per le tecnologie 4G in Europa permetterà di rispondere meglio alla diversificata e crescente domanda di servizi a banda larga. Mi auguro che gli Stati membri agiscano rapidamente per modificare le licenze esistenti. Da più rapide connessioni senza fili in Europa deriveranno vantaggi per tutti».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'Europa investe 50 milioni di euro nella tecnologia 5G
I tablet Clover Trail di Intel
iPhone 5, in Italia dal 28 settembre
Amazon porta i Kindle Fire HD in Italia
Samsung: carenza di chip 4G fino a ottobre
Non chiamatelo iPad Wi-Fi + 4G
Nuovo iPad, accuse di pubblicità ingannevole
Vodafone e TIM aprono l'era del 4G in Italia
Motorola Razr, lo smartphone ultrasottile 4G
HTC Pyramid diventa Sensation 4G

Commenti all'articolo (4)

Dici bene, ma il punto per chi sta in alto è solo come fare per attingere di più da chi sta in basso. :evil:
8-11-2012 13:20

{ranx}
LTE o 4G, che dir si voglia, sarà solo una scusa per aumentare il costo di connessione. le prime offerte TIM ad esempio dicono 35 euro/mese per una connessione nominale 100Mbits down 50 Mbits up. non si sottolinea mai abbastanza che la velocità nominale TEORICA specialmente su una connessione mobile non è mai quella... Leggi tutto
7-11-2012 15:05

Il problema sono gli altissimi costi in Italia. Non 4 o 3G. Ciao
7-11-2012 11:55

{ice}
alla fine in EU avremo oltre 5 fasce di freqanze, creando enormi problemi anche perchè per funzionare bene le antenne sono specifice per una certa frequanza a questo punto averne 5 potrebe significare dover avere 3 antenne solo per gestire le varie frequneze dell' LTE ricordo infine che iPhone5, tra le frequnenze che... Leggi tutto
6-11-2012 13:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Controlli su Facebook le tue (o i tuoi) ex?
No, non ci penso proprio.
A volte guardo il loro profilo o i loro gli aggiornamenti di stato.
Sì, controllo ogni loro mossa.
Le ex (o gli ex) in genere non sono miei amici di Facebook.
Ma quale Facebook! Io uso Twitter (o Google+ o altro social media).

Mostra i risultati (1725 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics