Una tazza di caffè ti ricarica il cellulare

Il caffè caldo diventa un pratico caricabatterie: una tazza garantisce una ricarica completa. Anche con bevande fredde.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-02-2013]

Epihpany Lab onE Puck

Una tazza di caffè al mattino aiuta a "ricaricarsi" per affrontare la giornata, ma finora nessuno aveva mai pensato che potesse ricaricare anche il telefonino.

La Epiphany Labs di Pittsburgh (USA) ha raccolto la sfida e ideato onE Puck, un caricabatterie che sfrutta il calore delle bevande per alimentare il cellulare.

Dal punto di vista dell'uso, il funzionamento è semplice: si appoggia la tazza contenente la propria bevanda calda preferita su onE Puck, avendo cura di utilizzare il lato rosso; quindi si collega il telefono alla porta USB integrata e il calore farà tutto il lavoro.

Il cuore del sistema è il motore Stirling integrato in onE Puck, grazie al quale il calore è trasformato in energia.

onE Puck, d'altra parte, funziona anche al contrario: appoggiando una bevanda fredda sulla parte blu il dispositivo è ugualmente in grado di sfruttare la differenza di temperatura per ricaricare il cellulare.

Sondaggio
Qual è il miglior prodotto tecnologico dell'anno? Scegli tra i seguenti oppure aggiungine uno nei commenti.
Motorola Droid Razr Maxx - 3.2%
Google Nexus 7 - 16.4%
Samsung Galaxy S3 - 31.1%
Apple iPad Mini - 10.4%
Apple iPhone 5 - 16.4%
Samsung Galaxy Note 2 - 16.6%
Microsoft Surface - 5.9%
  Voti totali: 1478
 
Leggi i commenti (6)

L'invenzione degli Epiphany Labs - che ha raccolto i fondi necessari su Kickstarter per trasformarsi in realtà - si dichiara compatibile con gli iPhone, gli iPod, gli smartphone Android e tutti quei dispositivi che si caricano tramite un alimentatore USB da 1000 mA o meno.

Qui sotto, un video dimostrativo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La tazza intelligente che riconosce la bibita
Il caricabatterie da finestra a energia solare
Muki, la tazzina da caffè col display
Cronofarmacologia: a che ora bere caffè durante il giorno?
Quando l'energia è sotto i tacchi
La sedia a dondolo ricarica l'iPad
La macchinetta per caffè a batteria ricaricabile
Da Vodafone l'ombrello per ricaricare il cellulare
L'app che suggerisce la pausa caffè
PowerPad, per ricaricare fino a 16 USB
Lo smartphone che fa anche il caffè
La bicicletta con la porta USB

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

Eh ma vuoi mettere la ghiotta occasione di infamare il caffè americano... :wink:
10-3-2013 20:07

No, infatti, utilità effettiva non ce ne vedo neppure io, manco di striscio, mi è solo sembrato curioso che nei commenti tutti avessero dimenticato l'italico caffettatte ;)
10-3-2013 19:34

Hai certamente ragione Danielix, ciò comunque non mi porta a trovare una utilità effettiva nel dispositivo, ovvero a parte come gadget tecnologico a cosa serve? Forse solo in un bosco dove sono senza elettricità e con il cellulare scarico, però ho tanta legna per cui posso accendere un fuoco, farmi il caffè - o più semplicemente scaldare... Leggi tutto
10-3-2013 10:31

La cosa più curiosa che ho notato dei commenti è che in molti hanno fatto scontate battute sulla tazzona di brodaglia che è il caffè americano, solo perché è citato nell'articolo, dimenticando del tutto che nella maggior parte delle famiglie italiane al mattino si beve una bella tazzona calda di caffellatte... :)
8-3-2013 18:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se il telefonino è generalmente personale, spesso il tablet è condiviso in casa. E' così?
Ho un tablet e lo uso solo io.
Ho un tablet e lo condivido con i miei familiari.
Non ho un tablet ma utilizzo quello di un mio familiare.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1812 voti)
Novembre 2020
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
Tutti gli Arretrati


web metrics