Facebook, via la pubblicità dalle pagine discutibili

Gli inserzionisti avevano minacciato di andarsene: il social network toglie gli annunci dai contenuti per adulti o violenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-07-2013]

facebook pubblicita pagine degne

Per Facebook, la pubblicità è vita: buona parte dei suoi introiti derivano da lì, e scontentare gli inserzionisti non è certo una buona mossa.

Così, quando alcune grandi aziende che acquistano spazi pubblicitari su Facebook hanno iniziato a lamentarsi (e a minacciare di andarsene) perché i loro spot apparivano insieme a contenuti discutibili, il social network non ha perso tempo per correre ai ripari.

A partire da oggi la pubblicità sarà infatti presente soltanto su pagine che ne risulteranno "degne": ossia - come spiega Facebook stessa - tutti i banner saranno rimossi da quelle pagine che mostrano contenuti «violenti, volgari o sessuali», anche se non violano le condizioni d'uso. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Facebook è un gran bel social network, però...
... genera dipendenza e condiziona la mia vita reale.
... mi rende più ansioso o più depresso del solito.
... non c'è nessun "però".
... non lo uso.

Mostra i risultati (2513 voti)
Leggi i commenti (1)
Il problema, infatti, non è far rispettare agli utenti le condizioni del sito ma non far arrabbiare gli inserzionisti, che spesso non gradiscono vedere il proprio marchio associato a contenuti per adulti.

Dal primo luglio, quindi, la pubblicità sarà inserita a mano soltanto nelle pagine "pulite" (si parla di un gruppo iniziale di circa 10.000 pagine sicure, che si allargherà col tempo); intanto lo staff di Facebook sta già lavorando alla creazione di un sistema che permetta di svolgere i controlli in automatico.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Cisco: ne uccide più la pubblicità che il porno
Facebook ha messo gli occhi su WhatsApp
Facebook sa quello che compri
Gli spammer prendono di mira i coupon sconto
Facebook, manager pronti a vendere
Ritirata la pubblicità sexy agli incroci delle strade

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quando partecipi a una discussione, che cosa ti infastidisce al punto da spingerti ad abbandonarla?
L'accorgermi che l'argomento che mi interessa viene trattato con troppa superficialità.
Scoprire che un mio interlocutore cerca di convincermi della sua idea anziché confrontarsi sul tema.
Trovare, fra le persone con cui discuto, qualcuno arrogante e supponente.
Vedere che alcuni si esprimono in un pessimo italiano.
Notare che l'interlocutore si basa su fatti palesemente fasulli per motivare le sue affermazioni.

Mostra i risultati (2950 voti)
Settembre 2021
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Luglio 2021
Nuovo digitale terrestre, tutto rimandato
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 16 settembre


web metrics