Telecom Italia e lo scorporo della rete dopo Telefónica

Dopo l'acquisto degli spagnoli, la possibilità di separazione della rete per alcuni versi si avvicina, per altri si allontana.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-09-2013]

telefonica

Lo scorporo della Rete Telecom Italia si fa più vicino dopo che Telefónica ha acquisito la maggioranza del pacchetto di telco che ha il controllo dell'ex monopolista?

Innanzitutto lo scorporo può essere deciso da Telecom Italia stessa, come aveva già fatto con la decisione del Cda e l'annuncio convinto di Patuano e Bernabè, anche se poi è sembrato che ci avessero ripensato.

Telefónica (che non ha mai visto positivamente l'operazione) potrebbe congelare il tutto, una volta che avrà nominato i suoi nuovi rappresentanti, e magari sostituito almeno Bernabè al vertice di Telecom Italia. Gli spagnoli potrebbero dare l'incarico all'ex presidente di Telecom Italia Galateri di Genola, che però dovrebbe dimettersi dalla presidenza delle Generali; Galateri di Genola infatti è sempre stato il più vicino ai soci spagnoli.

Nel caso Telefónica bloccasse tutto, l'Agcom potrebbe imporre lo scorporo della rete, in base alla legge, per garantire la parità di accesso a tutti gli operatori; ma dovrebbe dimostrare che oggi non c'è parità anche nei processi che Telefónica promuoverebbe di fronte al Tar e al Consiglio di Stato, con un allungamento dei tempi di un anno e più per l'iter giudiziario.

L'Agcom è un organismo indipendente, ma i suoi componenti sono espressione di partiti: se il presidente Angelo Cardani (vicino a Monti) fosse d'accordo, gli altri di estrazione Pd o Pdl forse la penseranno diversamente.

Quanto ai partiti tradizionali, non si sa bene quale sia la loro opinione sul tema; soltanto i 5 Stelle vorrebbero la rinazionalizzazione completa della rete Telecom: è da sempre nel loro programma.

Sondaggio
Come Google a suo tempo acquisì Motorola, nel settembre 2013 Microsoft ha acquisito Nokia, entrando di fatto nel mercato dei telefonini in competizione con i giganti del settore. Come vedi queste due mosse?
Google ha fallito, e fallirà anche Microsoft. - 24.0%
Google ha avuto successo, ma Microsoft fallirà. - 16.6%
Entrambe le mosse sono vincenti. - 20.7%
Microsoft può vincere la scommessa che Google ha perso. - 21.1%
Microsoft chi? - 17.6%
  Voti totali: 682
 
Leggi i commenti (9)

Ma una rinazionalizzazione della rete significherebbe far rientrare nel bilancio pubblico una parte - anche solo la metà - dei debiti Telecom Italia. Questo ci è precluso dai vincoli che ci pone l'Unione Europea: senza un superamento del tetto annuo del 3% nel rapporto deficit/Pil è impossibile.

Un'altra questione da chiarire è se la Cassa Depositi e Prestiti sia disponibile a entrare nel capitale della nuova azienda. Senza i capitali freschi e ingenti della Cassa, la società non potrebbe reggere: Telefónica non può decidere ingenti investimenti, stante il suo indebitamento, dovuto alla crisi spagnola peggiore di quella italiana.

Anche la Cassa Depositi e Prestiti obbedisce al Governo, che ne nomina il consiglio di amministrazione; ma il Governo attuale, ammesso che duri, avrà la forza di decidere un investimento del genere?

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Patuano congela scorporo rete e separazione call center
Letta: Italia in ritardo sul digitale
M5S insieme a Cub e Cobas per ri-nazionalizzare Telecom
Modello Atento per Telecom Italia?
Telecom Italia: bye bye, Italia

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo approccio nei confronti del navigatore satellitare?
Mi affido al navigatore solo in caso di necessità.
Sono diffidente e non mi baso totalmente sulle indicazioni del dispositivo.
Non mi metto al volante prima di aver acceso il magico schermo.
Non ne ho mai avuto uno.
Preferisco fermarmi a chiedere informazioni ai passanti.
Non mi interessano le indicazioni: in fondo a volte è bello anche basarmi sul mio istinto e nel caso sbagliare strada.

Mostra i risultati (3468 voti)
Marzo 2021
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 marzo


web metrics