Android incoronato re degli smartphone

Il sistema di Google conquista l'81% del mercato. Bene anche Apple e Windows Phone, mentre BlackBerry affonda.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-11-2013]

android smartphone

È Android il re indiscusso del mercato degli smartphone, con una quota che ha ormai raggiunto l'81% di tutti gli smartphone spediti nel terzo trimestre di quest'anno.

A rivelarlo sono le statistiche di IDC, dalle quali si scopre che su 261 milioni di smartphone spediti, 211,6 milioni erano dispositivi con il sistema di Google.

È un bel balzo in avanti rispetto alla cifra dello stesso periodo nello scorso anno (139,9 milioni di unità) e che si deve soprattutto a Samsung, azienda costruttrice del 39,9% dei dispositivi Android.

Ciò non significa che il rivale principale - l'iPhone - stia andando male: complice anche l'attesa per l'iPhone 5, il melafonino ha fatto comunque registrare numeri importanti, venendo spedito in 33,8 milioni di unità (e facendo di conseguenza conquistare a iOS una quota pari al 12,9% del mercato, comunque in calo rispetto al 14,4% del 2012).

La vera sorpresa di queste statistiche è però Windows Phone, che può vantare una crescita del 156% in un anno (arrivando a 9,5 milioni di dispositivi consegnati); Microsoft deve accontentarsi di una quota di mercato pari al 3,6%, ma a quanto pare la direzione imboccata, grazie soprattutto a Nokia, è quella giusta.

Sondaggio
Cosa pensi della domotica?
Se ne parla da almeno dieci anni ma di applicazioni pratiche ne ho viste ben poche.
I prodotti disponibili sono troppo costosi, non hanno mercato.
E' il futuro ma qualcosa si vede già oggi.
Si possono ottenere dei discreti risultati senza svenarsi: basta la propensione al "fai da te" e un po' di hacking.
Prima che io finisca di rispondere a questo sondaggio... il frigorifero avrà fatto la spesa on line da solo e il forno avrà deciso la mia cena sulla base dei miei gusti e degli ingredienti che ho in casa, mentre sullo smartphone mi sarà apparsa l'immagine di un venditore di aspirapolveri che ha appena suonato al citofono. Ma ovviamente a pulire i pavimenti ci pensa il robottino.

Mostra i risultati (1495 voti)
Leggi i commenti (16)

Chi non se la passa bene è BlackBerry, l'azienda in cerca di un compratore che non si trova: i volumi di vendita sono calati ancora, questa volta del 41,6%, arrivando a 4,5 milioni di dispositivi consegnati. La quota di mercato del re di un tempo s'è ridotta all'1,7% (un anno fa era del 4,1%).

Dal punto di vista degli acquirenti, le cose vanno tutt'altro che male. L'abbondante offerta e l'agguerrita concorrenza hanno prodotto un calo continuo dei prezzi medi degli smartphone: accanto ai top di gamma, spesso proposti a prezzi improbabili, c'è tutta una galassia di dispositivi molto più che dignitosi e venduti a prezzi decisamente più sensati.

Il prezzo medio di uno smartphone è dunque di 317 dollari, con un calo del 12,5% rispetto al 2012; ad aumentare sono invece le dimensioni degli schermi, con un'infornata abbondante di dispositivi con diagonali tra i 5 e i 7 pollici.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Europa, gli utenti abbandonano Android per iOS
Un miliardo di smartphone Android nel 2014
Smartphone, oltre un miliardo venduti nel solo 2013
Addio Android, benvenuto Tizen
Samsung svetta su tutti i concorrenti
Lenovo vuole comprare BlackBerry
Un iPhone rotto vale quanto un LG funzionante
Microsoft e l'acquisizione di Nokia

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)


@janez Anch'io spero nei sistemi veramente open (nel senso che non solo sono aperti ma collaborano con la comunità) come FirefoxOS e Ubunto-touch. Il primo riscuote pian piano successi, anche se è fatto per una fascia di "piccola potenza", il secondo deve ancora uscire, ma visto i costi di Caninical e il suo "faccio... Leggi tutto
18-11-2013 23:06

Curioso che da un articolo che parte parlando della esplosione di Android si sia arrivati in quasi tutti i commenti precedenti a parlare, in genere male, dei dispositivi con MS. Cosa che comunque non mi da alcun fastidio. Personalmente non amo neanche tanto Android, e non tanto per le funzionalità, credo ottime, quanto perché dietro c'è... Leggi tutto
18-11-2013 18:54

Concordo e sarà proprio questo il problema per M$, quando anche coloro che acquistano Nokia perchè è Nokia e ci sono affezionati capiranno che il problema non sono loro - come da esempio di mda - ma WinPhone, anche loro non li compreranno più. Leggi tutto
17-11-2013 10:33

@Cesco67 Anche perchè sono partiti sottocosto e poi scontati del 50%. Ti racconto una cosa vera: Mangiando fuori sento uno che dice altro compare, "cazz... cellulare nuovo ma non riesco telefonare perchè mi si ingrippa sempre" Mi giro e indovina cosa aveva in mano??? L'altro gli dice : "Portalo ad aggiustare"... Leggi tutto
16-11-2013 23:33

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5241 voti)
Gennaio 2021
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Tutti gli Arretrati


web metrics