Yotaphone, lo smartphone russo con due display

Un secondo schermo e-ink permette di avere sempre sott'occhio le informazioni più utili senza scaricare la batteria.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-12-2013]

yotaphone

La russa Yota Devices ha lanciato sul mercato un proprio smartphone Android: lo YotaPhone.

Cuore dello YotaPhone è un processore dual core Snapdragon S4 a 1,7 GHz, accompagnato da 2 Gbyte di RAM e 32 Gbyte di memoria interna; non mancano una fotocamera posteriore da 13 megapixel, una anteriore da 1 megapixel e il supporto alle reti mobili LTE. Il sistema operativo è Android 4.2 Jelly Bean.

Non è però per queste caratteristiche che lo smartphone russo sta attirando l'attenzione, ma per la sua particolare dotazione in fatto di schermi: infatti ne ha ben due.

Il primo, quello principale, è un LCD frontale con diagonale lunga 4,3 pollici e che offre una risoluzione di 1280x720 pixel. L'altro, posteriore, è uno schermo e-ink con risoluzione di 360x640 pixel.

Lo scopo di questo display è la visualizzazione di informazioni notizie, notifiche e previsioni del tempo, con un consumo di corrente quasi nullo grazie alla tecnologia con cui è realizzato, la medesima adoperata da molti lettori di e-book.

Sondaggio
Secondo te qual è tra questi il miglior smartphone del momento? Confronta i risultati con quelli del sondaggio successivo primavera/estate 2014)
Apple iPhone 5C - 3.3%
Apple iPhone 5S - 17.8%
BlackBerry Q10 - 1.0%
BlackBerry Z10 - 1.1%
HTC One - 9.6%
LG Optimus G Pro - 1.3%
LG G2 - 6.6%
Motorola Moto X - 1.9%
Nokia Lumia 925 - 3.1%
Nokia Lumia 1020 - 7.2%
Samsung Galaxy Note 3 - 16.1%
Samsung Galaxy S4 - 31.2%
  Voti totali: 2513
 
Leggi i commenti (4)

L'idea di aggiungere un secondo schermo per visualizzare le informazioni più utili è dell'inventore Vladislav Martynov, il quale ha individuato nell'eccessivo consumo della batteria da parte dello schermo il punto debole di tutti smartphone Android attualmente sul mercato.

Molti utilizzano i telefoni al posto dell'orologio, dunque consultandoli varie volte al giorno, e la ricezione di notifiche relative a messaggi o email è spesso praticamente continua: ciò significa che lo schermo viene acceso di frequente, e l'autonomia ne fa le spese.

yotaphone2

È partendo da queste considerazioni che si è fatta strada l'idea di aggiungere uno schermo e-ink, che inoltre trasforma lo smartphone in un pratico e-reader.

Lo YotaPhone è già disponibile in Russia, Austra, Francia, Germania e Spagna: chi risiede in questi Stati lo può acquistare dal sito ufficiale (in Russia è in vendita anche nei negozi).

Per quanto riguarda il debutto in Italia occorrerà aspettare ancora un po': il lancio è previsto all'inizio del prossimo anno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Yotaphone 2 raddoppia nella nuova edizione
YotaPhone 2 con doppio display: da una parte smartphone, dall'altra e-reader
Disney, energia dalla carta
Il display e-ink per l'iPhone
E-ink a colori per il nuovo Kindle
La e-paper flessibile di LG
La pellicola per leggere gli e-book al buio
Mirasol, l'e-reader delle meraviglie

Commenti all'articolo (2)

Non si capisce molto bene come le informazioni vengano spedite ai due differenti display, e in che modo questo sistema sia controllabile, però l'idea sembra tutt'altro che strampalata. Avere accesso alla rete con un apparecchio mobile con una logica da ebook reader è veramente un'idea interessante (poi è chiaro che non si può fare per... Leggi tutto
8-12-2013 09:00

{SilverHawk}
Moooolto interessante. Soprattutto per chi desidera avere un cellulare che non metta lo zucchero nel caffè ma semplicemente faccia telefonare e che rimanga acceso per settimane a ogni ricarica.
6-12-2013 13:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quasi la metà delle famiglie italiane (nel 2012 erano il 45,5% secondo Confindustria Digitale) non possiede ancora un collegamento a Internet. Qual è secondo te il principale motivo?
La connessione a banda larga non è disponibile.
Motivi di privacy e sicurezza.
Mancanza di skill e capacità d'uso.
Alto costo del collegamento.
Alto costo degli strumenti.
Internet non è utile.
Accedono a Internet da altro luogo.

Mostra i risultati (3577 voti)
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Tutti gli Arretrati


web metrics