La centrale solare a droni

Una flotta di droni raccoglie l'energia solare ed eolica e la invia sulla terra.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-12-2013]

droni

La ricerca di fonti di energia alternative pone di fronte a nuovi problemi: per esempio, le centrali eoliche sono accusate di danneggiare il paesaggio e gli animali, mentre per quelle solari l'ideale è avere a disposizione vasti spazi che non sempre sono disponibili.

Così, c'è chi pensa di spostare le centrali nello spazio (come NASA e Giappone) e chi invece ritiene che ci si possa fermare un po' più in basso, diciamo intorno ai 50.000 piedi (circa 15.000 metri).

Sarebbe quella, infatti, la quota ideale alla quale posizionare una flotta di droni in grado di raccogliere l'energia solare e anche quella eolica.

Tale progetto è stato ideato dalla britannica New Wave Energy UK e sarà presto oggetto di una campagna di finanziamento su Kickstarter.

L'idea è concettualmente semplice: si lanciano fino a 15.000 metri - dove non c'è molto traffico aereo - dei droni, dotati di quattro rotori per mantenersi in volo; questi sono dotati di pannelli solari, turbine eoliche e di sistemi per trasmettere l'energia a terra.

Sondaggio
L'EASA e la FAA hanno dato il via libera all'uso di tablet, cellulari e dispositivi elettronici in generale in aereo anche durante decollo e atterraggio. Secondo te...
...era ora: il divieto era ormai diventato un anacronismo da abolire.
...avrebbero dovuto mantenere il divieto: la sicurezza val bene qualche minuto di rinuncia al tablet.
...dovrebbero fare di pi¨ e liberalizzare anche la possibilitÓ di telefonare.

Mostra i risultati (1371 voti)
Leggi i commenti (5)

Ovviamente, parte dell'energia così prodotta serve per alimentare i droni stessi, ma l'azienda ritiene di essere comunque in grado di poter trasmettere al suolo 50 kW.

La New Wave Energy UK sta lavorando ai punti deboli del progetto: innanzitutto una struttura modulare e "aggiornabile" che permetta di sostituire le parti eventualmente guaste senza conseguenze per l'impianto e la necessità di inviare migliaia di droni per ottenere una potenza degna di una centrale.

Per iniziare, tuttavia, i luoghi per i quali i droni possono apportare benefici sono quelli attualmente privi di corrente elettrica poiché la costruzione delle infrastrutture necessarie è molto complicata o dai costi proibitivi: il lancio di un impianto volante risolverebbe questi problemi.

droni2

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Palloni solari sopra le nuvole per catturare energia dal sole
Google si lancia nel mercato dei droni
Anche Google pensa ai droni per consegne veloci
Multa di 1 milione per uccelli uccisi da pale eoliche
Amazon consegnerà con i droni
Il Giappone porterà pannelli solari in orbita
La Nasa vuole i pannelli solari nello spazio
Il drone che ti consegna la pizza

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

{franco}
l'energia del sole arriva a terra senza intervento divino :perche' andare a prelevarla a 15000 metri dementi!!!
24-10-2019 11:01

Ma cosa dici?! Parlavo della possibilitÓ di impiego della tecnologia come arma! NonchŔ dei possibili casi di errore di coordinate da malfunzionamento. :roll:
1-1-2014 11:51

e che ci vai a fare a passeggiare sul collettore di una centrale elettrica?
27-12-2013 17:06

E chi mi garantisce che in quel punto non mi trovi io? :?
27-12-2013 01:15

Ma che ficata di progetto! :-) Aerodinamica? Devono stare fermi in volo fisso, mica correre in giro per il mondo! E per fare un'antenna parabolica basta una rete di metallo! Se non fosse per la suddetta "pericolositÓ strategica", sarebbe un progetto fattibile e utile. (*) In realtÓ 1000 fasci di microonde da pochi watt... Leggi tutto
26-12-2013 16:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Gli aspetti peggiori del mercato della telecomunicazione mobile sono:
Tariffe incomprensibili
Concorrenza tra operatori solo di facciata
Cellulari troppo complessi
Mancanza di offerte adatte alle vere necessitÓ
Offerte tecnologiche superflue e costose

Mostra i risultati (3369 voti)
Gennaio 2022
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 20 gennaio


web metrics