Negli USA spalmano formaggio per sgelare le strade

La salamoia usata per salare i formaggi funziona meglio delle alternative tradizionali e non danneggia l'ambiente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-01-2014]

spargisale

Con la stagione invernale e l'inizio delle nevicate, per molte città inizia un periodo di attività straordinarie e costose: spalare la neve e impedire che il ghiaccio ricopra le strade, rendendole scivolose.

Spesso, per quest'ultima attività, non ci si limita a spargere del sale ma si utilizzano delle speciale misture (che possono comprendere metanolo, etanolo, solfati, nitrati e altre sostanze) che, pur ottenendo il risultato desiderato, non sono esattamente un toccasana per l'ambiente.

A Milwaukee, nel Winsconsin (USA), hanno deciso di optare per una soluzione decisamente più economica ed ecologica.

Approfittando della presenza di diversi stabilimenti caseari, le autorità cittadine hanno raccolto gli scarti della produzione del formaggio e in particolare la salamoia adoperata per la salatura.

Mescolando gli scarti al salgemma tradizionalmente adoperato si ottiene un sistema efficace per tenere le strade sgombre dal ghiaccio: «Preferiamo usare provolone o mozzarella: hanno il miglior contenuto di sale» spiega Jeffrey A. Tews, che si occupa dei lavori pubblici cittadini, al New York Times.

Tra i vantaggi di questo sistema, oltre a quelli economici e a quelli per l'ambiente c'è anche da citare il fatto che la salamoia per la salatura dei formaggi ha un punto di congelamento inferiore rispetto a quello delle normali salamoie.

Sondaggio
Se fossi il passeggero in un'auto il cui conducente sta leggendo o inviando un Sms, protesteresti?
Sì, ma solo se sono in confidenza con l'autista. E comunque non mi sentirei molto tranquillo.
Sì, per la sicurezza di tutti.
No, se lo fa in un rettilineo o comunque in condizioni di sicurezza.
No, se il conducente è attento: non c'è motivo di protestare.
No, se sta solo leggendo. Sì, se sta inviando un messaggio.

Mostra i risultati (2186 voti)
Leggi i commenti (15)

A Polk County, sempre nel Winsconsin, la salamoia è utilizzata dal 2009 e ha permesso di risparmiare in quell'anno 40.000 dollari in salgemma: se si utilizza quest'ultimo, infatti «se ne perde circa il 30% per via dei rimbalzi e del traffico» come spiega Emil Norby, dipendente del comune e autore dell'idea di utilizzare gli scarti dei formaggi.

Se si pensa che soltanto l'anno scorso Milwaukee ha utilizzato 44.000 tonnellate di sale e speso 6,5 milioni di dollari per ripulire la città da neve e ghiaccio (nell'anno precedente si erano toccati i 10 milioni), si capisce perché tutte le alternative per risparmiare paiano buone.

L'unica preoccupazione delle autorità è che l'odore di formaggio per le strade possa disturbare i cittadini. A Bay View, altro luogo in cui si adopera questo sistema, sostengono che l'odore sia impercettibile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Nasa: "Il Polo Nord non è Las Vegas"
Ice Hotel in Svezia dovrà installare impianto antincendio
L'auto che viaggia a formaggio
Il MIUR scambia il pecorino per una posa hard
E su Google nevica
L'acqua superfredda, ancora liquida a -48 gradi
Mouse e chiavetta USB edibili
Le stampanti 3D che stampano cibo
E la grattugia diventò hi-tech
La testa di Steve Jobs servita su un piatto

Commenti all'articolo (2)


Speriamo che si diffonda ulteriormente anche in Italia, di formaggio ne produciamo tanto quindi, penso, avremo anche tanta salamoia che deve essere smaltita!
16-1-2014 19:12

{CLAUDIO}
A ME RISULTA CHE IN TRENTINO LO FACCIANO GIA DA MOLTI ANNI.
15-1-2014 20:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1815 voti)
Aprile 2020
5G e coronavirus, cittadini danno fuoco alle torri della telefonia
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Tutti gli Arretrati


web metrics