Il malware MtGox ruba i Bitcoin

Creato per sottrarre Bitcoin alle vittime.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-03-2014]

8197

Alcuni giorni fa il blog personale e l'account Reddit di Mark Karpeles, CEO di MTgox sono stati violati.

Chi ha compiuto l'attacco li ha usati per pubblicare un file, MtGox2014Leak.zip, che a loro dire doveva contenere dump del database e software per l'accesso remoto ai dati MtGox.

Questa applicazione è in realtà un malware creato per cercare e sottrarre file dai portafogli Bitcoin delle loro vittime.

Sembra che la notizia della perdita sia stata inventata per infettare le persone con il malware Bitcoin stealer che sfrutta il loro interesse per MtGox.

Il file è un archivio zip (MD5 90e78be95914f93030b04eaceb22b447) che contiene diversi tipi di dati. L'elemento più grosso è trades.zip, che è 620 MB: questo è in realtà un dato disponibile pubblicamente su MtGox trades. Infine, l'archivio contiene binari di software per Windows PC e Mac.

È stato rilevato il Trojan (MD5: c4e99fdcd40bee6eb6ce85167969348d), un eseguibile 4.3 MB PE32, come Trojan.Win32.CoinStealer.i.

Sondaggio
Qual il componente del PC che aggiornerai per primo?
Scheda Wi-Fi
Mouse
Tastiera
Scheda audio
Hard disk
RAM
Schermo
Scheda video
Processore
Tutto il PC

Mostra i risultati (2696 voti)
Leggi i commenti (10)

Entrambi sono stati creati con il linguaggio di programmazione Livecode - un linguaggio di sviluppo di applicazioni open-source e cross-platform.

Quando la vittima esegue l'applicazione, sembra che sia il software di back-office per l'accesso ai database della Tibanne Co. Ltd, società proprietaria di Mt.Gox.

Altri dettagli sul blog di Sergei Lozhkin (Kaspersky).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
57 milioni di euro in Bitcoin rubati dagli hacker
Le app che in segreto minano Bitcoin

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual il tuo browser preferito?
Internet Explorer
Firefox
Chrome
Safari
Opera
Un altro

Mostra i risultati (11955 voti)
Agosto 2020
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Tutti gli Arretrati


web metrics