Facebook toglie i messaggi dall'app per smartphone

Bisognerà utilizzare per forza il Messenger.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-07-2014]

facebook messenger chat app

Facebook ha deciso di eliminare la possibilità di inviare messaggi dall'app per iPhone e Android: chi vorrà continuare a chattare dallo smartphone dovrà per forza scaricare l'app dedicata Messenger.

È questo il senso del messaggio che in questi giorni sta raggiungendo gli utenti dell'app del social network in blu, il quale ha evidentemente deciso di provare una mossa drastica per spingere il proprio Messenger (che, tra le altre cose, permette anche le chiamate vocali).

Il cambiamento avverrà nei prossimi giorni e non coinvolgerà gli utenti della versione mobile del sito, di iPad, di Windows Phone e della versione desktop.

Secondo Facebook, Messenger è il 20% più veloce nell'invio dei messaggi e dei contenuti multimediali rispetto alla chat integrata nell'app.

Bisogna però vedere se questa migrazione forzata convincerà gli utenti ad unirsi ai 200 milioni di persone che già adoperano Messenger o se al contrario li spingerà ad abbandonare del tutto la messaggistica di Facebook.

Sondaggio
Qual è la tua app di instant messaging preferita?
WhatsApp
Telegram
Wickr
LINE
Kik
Tango
WeChat
Viber
Indoona
Snapchat
Facebook Messenger
Un'altra (indicala nei commenti qui sotto)

Mostra i risultati (2260 voti)
Leggi i commenti (17)

Dal punto di vista dello sviluppo, d'altra parte, l'operazione ha senso: mantenere la possibilità di chattare all'interno dell'app principale significa avere un doppione di Messenger e doversi occupare anche di questo codice.

A quanto pare, inoltre, Facebook non ha almeno per ora intenzione di integrare WhatsApp, di cui si è assicurata la proprietà alcuni mesi fa: la popolare app di messaggistica continua a esistere come prodotto indipendente, senza integrazione nell'ecosistema del social network.

Al momento non è stato pubblicato il post ufficiale che generalmente accompagna le novità di questo tipo, ma la notizia arriva soltanto da quegli utenti che già hanno ricevuto il messaggio col quale si annuncia il cambiamento.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Facebook controllerà gli smartphone
Facebook spegne WhatsApp? Zuckerberg: "Nessuna fusione"
Ti telefono su Facebook!
9 alternative a WhatsApp
WhatsApp? Facebook e i disservizi fanno bene ai concorrenti
Blackberry Messenger sbanca Android e iOS
Telefonare gratis con Facebook Messenger
Il Messenger per Windows di Facebook è ufficiale
Facebook Messenger per Windows 7

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2620 voti)
Marzo 2021
Studenti e lavoratori in smart working nel mirino dei ransomware
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 marzo


web metrics