La batteria al grafene che ricarica l'auto in pochi minuti

L'invenzione tutta italiana è il 25% più efficiente delle batterie tradizionali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-08-2014]

batteria grafene

È tutta italiana l'invenzione di una batteria destinata a rivoluzionare l'uso della tecnologia in generale e delle auto elettriche in particolare.

Sviluppata da una collaborazione tra l'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, il CNR e l'Università La Sapienza di Roma, questa batteria promette di essere il 25% più efficiente delle alternative attualmente esistenti.

Il suo segreto? Utilizza un anodo di grafene, il materiale monoatomico che sta trovando un numero sempre maggiore di applicazioni.

La scoperta è stata pubblicata su Nano Letters e ha già destato l'interesse di quanti si occupano di auto elettriche.

L'utilizzo della super batteria al grafene, infatti, permetterebbe di ricaricare le batterie in pochi minuti anziché impiegare le ore che sono necessarie con le tradizionali batterie al litio.

Sondaggio
Chi non ha pagato l'assicurazione auto verrà individuato grazie a una serie di controlli incrociati con videocamere stradali e dati del Ministero. Che cosa ne pensi?
L'uso della tecnologia è diventato troppo invadente. Ogni giorno ci viene sottratta un'ulteriore fetta di privacy.
Ben vengano i controlli, se servono a diminuire le tasse (o i premi di assicurazione) di quelli che onestamente le pagano.
Il provvedimento va a colpire soltanto i disperati, che con la crisi cercano di arrangiarsi.
I veri evasori non si faranno certo acchiappare con questi mezzucci.
Prima di tutto bisognerebbe abbassare i costi delle assicurazioni.
Io non pago né l'assicurazione auto, né il canone Rai, né niente!
Viaggio solo in autobus o in bicicletta, non mi riguarda.

Mostra i risultati (2550 voti)
Leggi i commenti (18)

Le applicazioni ovviamente non si limitano alle auto, ma le batterie al grafene potrebbero sostituire quelle normali in tutti i dispositivi elettronici, smartphone e tablet compresi: l'autonomia ne guadagnerebbe e i tempi di ricarica si ridurrebbero.

Prima di arrivare a quel punto occorrerà riuscire a portare la produzione di grafene su scala industriale, in modo da abbassarne il prezzo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La superbatteria al grafene che si ricarica in pochi secondi
La batteria al grafene che estrae l'idrogeno dall'aria
La batteria che dura vent'anni e si ricarica in due minuti
La stampante 3D per modellare il grafene
Il vetro più sottile del mondo è spesso solo due atomi
Carbyne, più resistente del grafene (e del diamante)
Graphene Aerogel, il materiale più leggero del mondo
Il sensore al grafene per sniffare gli esplosivi
Goldrake e Jeeg Robot oggi sarebbero di grafene, non di acciaio
Le batterie flessibili al grafene

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Siccome non avevi precisato il tipo di batteria ed avevo capito (evidentemente sbagliando) che la carica a 2C fosse applicabile a qualsiasi tipo di accumulatore ho fatto l'esempio di una batteria per avviamento al piombo delle auto tradizionali (con motore endotermico)
24-8-2014 17:33

Giusta puntualizzazione: La batteria da 20kWh viene ricaricata con 40kW in 0,5 ore. Cosa intendi per auto tradizionali? Quelle endotermiche con batteria di avviamento al piombo acido? Le auto tradizionali elettriche usano quasi tutte il litio. Quelle molto vecchie nate al Pb o Ni-CD vengono frequentemente rigenerate con batterie a... Leggi tutto
24-8-2014 13:13

Scusa se puntualizzo ma la potenza si esprime in kW e non in kWh Per il resto, la corrente di carica max e' dipendente dalla tecnologia della batteria. P.es. avrei un qualche dubbio sul ricaricare una batteria al piombo (come quelle delle auto tradizionali) in 2C; significa che una batteria da 50Ah andrebbe caricata a 100A (1200 kW... Leggi tutto
24-8-2014 12:19

Si direbbe un buon passo avanti ma tutti gli aspetti critici già citati: - costo delle batterie al grafene - potenze e correnti necessarie alla ricarica e relativi cavi per la trasmissione dell'energia direi che non permettono ancora una immisisone suil mercato in larga scala dell'auto elettrica come sostituto delle attuali auto con... Leggi tutto
24-8-2014 11:00

Con "efficenza" spesso ci si riferisce al rapporto capacità/peso. Escludo si riferisca all'efficenza di carica (normalmente 80-90%) La velocità di carica/scarica si indica in altro modo: Ad esempio le attuali batterie possono essere ricaricate fino all'80% alla velocità 2C "C" indica la capacità della batteria Una... Leggi tutto
21-8-2014 12:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Science ha pubblicato una classifica di 10 grandi scoperte avvenute nel 2011. Quale ritieni che sia la più significativa?
Nuovi metodi per la lotta all'AIDS. I trattamenti somministrati alle persone infette da HIV riducono il tasso di trasmissione: si potranno elaborare nuove strategie.
L'origine delle meteoriti. La missione giapponese Hayabusa ha scoperto che le meteoriti che più comunemente cadono sulla Terra provengono da un unico gruppo di asteroidi.
Luce sull'origine dell'uomo. Molte persone hanno ancora tracce di DNA arcaico, frutto di incroci avvenuti nella preistoria.
I meccanismi della fotosintesi. Scienziati giapponesi hanno scoperto la proteina usata dalle piante per separare acqua e ossigeno. Potrebbe aprire la strada per produrre energia pulita.
Gas primordiale. Sono state scoperte delle nubi di gas primordiale, rimaste nelle condizioni in cui si trovavano poco dopo il Big Bang.
Microbioma. I microbi che abitano nel nostro corpo non sono casuali ma appartengono a tre enterotipi, uno dei quali dominante. Conoscerli può aiutare a elaborare strategie personalizzate contro le malattie.
Vaccino contro la malaria. La sperimentazione ha fornito i primi risultati promettenti dopo anni infruttuosi.
Esopianeti. Le scoperte di Kepler hanno scovato dei "fratelli" della Terra che li costringeranno a rivedere le teorie sulla formazione dei pianeti.
Zeoliti sempre più efficienti ed economiche. Le zeoliti sintetiche sono minerali usati come "setacci molecolari" per ottenere la benzina dal petrolio, per purificare l'acqua o l'aria.
Prevenire l'invecchiamento. Eliminare le celle più vecchie, non più in grado di dividersi, si è rivelato un buon metodo per mantenerci sani più a lungo.

Mostra i risultati (5219 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 gennaio


web metrics