BitTorrent vuole la certificazione RIAA

Diventerà un servizio di distribuzione della musica online a tutti gli effetti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-10-2014]

riaa certificazione bittorrent

L'esperimento di Thom Yorke, che ha distribuito il suo nuovo album in collaborazione con BitTorrent, sta risultando un gran successo.

In poco più di 10 giorni ha superato il milione di download (contando sia le vendite dell'album che le singole tracce offerte gratuitamente) e aperto la strada a BitTorrent per diventare un nome importante nella distribuzione legale di musica a pagamento.

I prezzi sono molto contenuti - l'intero album di Yorke costa 6 dollari - e il sistema taglia fuori tutti gli anelli della catena di distribuzione classica, facendo sì che la maggior parte del denaro ricavato finisca poi all'artista.

Quale può essere quindi il passo successivo per BitTorrent? Ottenere l'approvazione della RIAA, la potente associazione americana delle case discografiche.

In effetti - stando a quanto il portavoce di BitTorrent Christian Averill ha dichiarato a TorrentFreak - ora l'azienda punta davvero a ottenere la certificazione RIAA.

Sondaggio
L'amazonite è...
Una pietra (semi)preziosa.
La spasmodica ammirazione per un popolo di donne guerriere.
Lo shopping compulsivo e la dipendenza patologica da un noto negozio online.
Nessuna di queste. In italiano si scrive amazzonite ;)

Mostra i risultati (1367 voti)
Leggi i commenti

«La nostra visione prevede che i Bundle diventino parte del tradizionale sistema di riconoscimenti e classifiche dell'industria musicale» spiega Averill: così un'opera distribuita in tal modo potrebbe puntare a vincere il disco d'oro o di platino.

Dal canto proprio, la RIAA non è affatto contraria: preferisce certamente incentivare un sistema di distribuzione legale piuttosto che la pirateria.

Nonostante il via libera informale, per ottenere la certificazione occorrerà un po' di tempo: BitTorrent dovrà prima adempiere tutti i passi burocratici richiesti affinché ciò avvenga.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Sony voleva comprare BitTorrent
BitTorrent licenzia 45 impiegati
L'album musicale che si acquista tramite torrent
BitTorrent e il dilemma del pirata

Commenti all'articolo (1)

AUGURIIII!!! :D
9-10-2014 00:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Numerosi utenti lamentano disservizi con i coupon-sconto. Quale di questi inconvenienti giudichi più grave?
La difficoltà nell'ottenere i rimborsi (o l'avere come rimborso un altro coupon anziché i soldi).
Non avere un livello adeguato di assistenza al cliente.
L'impossibilità di prenotare un servizio nonostante si sia acquistato il voucher (a causa di scarsa disponibilità da parte di chi eroga quel servizio).
Il trattamento diverso, da parte di chi eroga il servizio, nei confronti di chi paga con un coupon rispetto agli altri clienti.
Il ritardo nella consegna dei prodotti.
La non corrispondenza dell’acquisto effettivo con l’offerta iniziale.
La mancanza di modalità specifiche per i reclami.
Il fatto che l'esercizio per il quale si è acquistato il voucher ha chiuso o il servizio non è più attivo.
La mancata emissione della ricevuta fiscale da parte dei portali.
Non ho mai riscontrato alcuno di questi inconvenienti.

Mostra i risultati (1086 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics