La città col sindaco pirata

Eletto un giovane architetto ventinovenne, esponente del Partito Pirata.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-11-2014]

sindaco pirata

Sono state piene di sorprese le ultime elezioni locali svoltesi nella Repubblica Ceca: sorprese positive per il locale Partito Pirata.

Sono 21 i rappresentati del Partito Pirata Ceco eletti nei parlamenti regionali e a Praga, la capitale, la formazione ha raccolto il 5,3%.

Il successo maggiore è però quello ottenuto alle elezioni comunali di Mariánské Lázně, cittadina di oltre 13.000 abitanti dove il Partito Pirata ha conquistato il 21% dei voti, diventando così il primo partito.

Mariánské Lázně non è però soltanto la città ceca in cui i "pirati" sono il primo partito: è anche l'unica città ceca ad aver eletto un sindaco pirata.

Il 12 novembre, infatti, la città ha scelto il ventinovenne architetto Vojtěch Franta, del Partito Pirata, come proprio sindaco.

Sondaggio
Qual è la cosa peggiore per un programmatore?
La modifica delle specifiche
I clienti
Debuggare
Scrivere documentazione
Il codice scritto da altri
La fase di test

Mostra i risultati (3847 voti)
Leggi i commenti (11)

Tra i progetti del neo-sindaco c'è il voler dare una nuova spinta al turismo, l'intenzione di attirare attività economiche e dedicarsi in maniera intensa ai cittadini più giovani.

Mariánské Lázně va così idealmente a fare compagnia alla cittadina di Eichberg, in Svizzera, che già nel 2012 aveva fatto la propria scelta pirata.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il partito pirata del Canton Ticino
Partito Pirata, un partito da votare?
Il Piraten Partei ottiene quattro seggi con il 7,6%

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1326 voti)
Dicembre 2022
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 dicembre


web metrics