Hololens, la realtà virtuale secondo Microsoft

Gli ologrammi sembrano così reali da poterli quasi toccare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-01-2015]

hololens 00

Nonostante tutte le novità di Windows 10, la vera star dell'evento di ieri è l'interfaccia "olografica" HoloLens.

Non si può definire HoloLens come un visore per la realtà virtuale né come un dispositivo per la realtà aumentata: è una specie di ibrido tra le due cose, e altro ancora; si presenta come «il primo computer olografico completamente senza fili», anche perché non ha bisogno di altro hardware.

Come funziona? Si indossa proprio come un paio di occhiali o, se vogliamo, come un dispositivo quale può essere Oculus Rift.

La prima differenza rispetto a quest'ultimo, però, sta nel fatto che la visione del mondo circostante non è impedita: le lenti sono trasparenti e, sovrapposto al mondo circostante, c'è un box rettangolare.

Sarà all'interno di questa finestra che alla realtà si sovrapporrà la realtà virtuale, proiettata in alta definizione seppur limitata a un campo visivo piuttosto ristretto.

Sondaggio
Qual è l'invenzione che aspetti di più?
L'auto che si guida da sola, senza conducente
Un chip per migliorare la memoria e incrementare le capacità cognitive dell'uomo
La carne fabbricata in laboratorio
L'auto (o la bicicletta) volante
Un robot personale per i lavori pesanti o noiosi
La macchina per viaggiare nel tempo
La pillola per aumentare la longevità
Nessuna di queste
Non lo so

Mostra i risultati (2000 voti)
Leggi i commenti (12)

È difficile dire qualcosa sui dettagli tecnici, perché Microsoft per ora preferisce non sbottonarsi; anche il concetto di "alta definizione" non è univoco, dato che l'azienda non ha fatto sapere se si parli di 1080p o 720p.

Sappiamo che nella parte anteriore ci sono almeno 4 videocamere o sensori, ma nulla di più; e se possiamo azzardare un paragone con il Kinect è solo perché l'inventore di HoloLens è lo stesso che ha ideato la periferica per la Xbox, Alex Kipman.

Durante la presentazione Kipman ha spiegato che HoloLens utilizza uno speciale processore per elaborare l'enorme quantitativo di dati che deve gestire; è grazie a esso che il dispositivo è in grado di comprendere le gesture e i comandi vocali e, naturalmente, riesce a creare una mappa dell'ambiente circostante su cui "proiettare" le immagini virtuali.

La riservatezza di Microsoft è comprensibile: HoloLens si trova ancora nelle prime fasi dello sviluppo. L'articolo continua dopo il video.

Rispetto a quanto mostrato al pubblico, però, c'è già un progresso; un prototipo, molto meno rifinito di quello svelato, che è stato utilizzato per dimostrare alla stampa le potenzialità del dispositivo.

Tra le applicazioni che già funzionano con HoloLens c'è Skype; una volta avviata, permette di selezionare da una lista il contatto da chiamare semplicemente indicandolo con il dito.

Il sistema offre la possibilità di far vedere a un interlocutore ciò che vede l'altro, e di "interagire" a livello virtuale con l'ambiente in cui quest'ultimo si trova; per esempio, può indicare e selezionare gli oggetti, può "disegnare" nell'aria elementi che aiutino la comprensione dell'argomento.

Dare indicazioni su come eseguire un'operazione - per esempio, come montare il tubo del lavandino - diventa così estremamente semplice, perché l'uno vede ciò che vede l'altro e può indicare visivamente i passaggi da compiere. L'articolo continua dopo il video.

Le possibilità sono anche più ampie. Con HoloLens si può ricostruire un ambiente da sovrapporre a quello reale e avere la sensazione di trovarcisi in mezzo, sia esso un paesaggio alieno o un edificio lontano, o anche solo il rendering di un edificio da costruire.

«Immaginate un architetto che cammina tra i propri progetti mentre i clienti li vedono in remoto» ha raccontato Kipman. O, ancora, pensate all'ebbrezza di giocare a Minecraft usando il tavolino del salotto.

Microsoft ha poi già realizzato un'app, chiamata HoloStudio, che permette di realizzare oggetti 3D come una specie di "PhotoShop olografico"; quindi il risultato può essere trasformato in realtà con una stampante 3D.

hololens 00a
hololens 01
hololens 02
hololens 03
hololens 04
hololens 05
hololens 06
hololens 07
hololens 08

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10 Creators Update, da Paint in 3D alla realtà virtuale
Windows 10, arriva l'interfaccia olografica
Realtà virtuale, non ci sarà un flop come negli anni '90
In prova: Homido Virtual Reality Headset
Cortana su PC, Spartan e il computer olografico
Windows 10 è gratis per gli utenti di Windows 7 e 8

Commenti all'articolo (4)

{gentigt}
@Zievatron: parole illuminate. Ma è impossibile vendere se non si mantiene gran parte dell'emotività delle persone in uno stato infantile. A loro volta le ricadute di questo infantilismo sono infinite e visibili (a chi ha gli occhi per vedere) in tutti i campi. Quanto alla sopravvivenza dell'umanità, mi... Leggi tutto
26-1-2015 14:48

Con il trionfo del consumismo l'umanità si sta riducendo ad una popolazione di malati di infantilismo sfruttata da altri malati. Morirà circondata di innumerevoli giocattoli. :roll:
24-1-2015 00:17

@Gummy Bear :malol: :malol: :malol:
23-1-2015 13:26

e l''Enterprise NX-01 quando arriva?
22-1-2015 22:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (1505 voti)
Gennaio 2020
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Tutti gli Arretrati


web metrics