Il ritorno di The Pirate Bay, ma nell'anarchia

La Baia è rinata ma in versione ridotta e senza il vecchio staff, che lancerà una versione alternativa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-02-2015]

pirate bay di nuovo online

The Pirate Bay è tornato. Quello che è probabilmente il più famoso sito di torrent è nuovamente operativo a meno di due mesi dal sequestro dei server che l'ha messo offline.

The Pirate Bay ha ripreso a funzionare ancor prima che scadesse il conto alla rovescia che da qualche tempo campeggiava nell'home page: il conto sarebbe dovuto terminare il primo di febbraio, ma già il 31 gennaio il sito era nuovamente operativo e da allora l'immagine di una fenice accoglie i visitatori.

Le cose sono però più complicate di quello che sembrano. Le discussioni all'interno dello staff, avvenute durante le settimane in cui il sito era offline, hanno prodotto uno scenario cui nessuno era preparato.

Dal nuovo sito sono infatti stati esclusi pressoché tutti i vecchi amministratori e moderatori; inoltre, l'attuale The Pirate Bay è una sorta di versione ridotta di ciò che era un tempo, e fa a meno di alcune funzionalità: per esempio sono sparite la pagina dei contatti e quella per la registrazione, e l'intera interfaccia di moderazione non c'è più.

Stando a quanto riporta TorrentFreak l'attuale gestore di The Pirate Bay ha deciso di creare una versione più leggera della precedente, con l'intento di creare una realtà più semplice da gestire; e, per questo motivo, ha escluso tutto il vecchio staff, che però non è rimasto a guardare e anzi l'ha presa molto male.

Sondaggio
Pericolosi malware per computer come Uroburos, spyware su smartphone Android e un numero costantemente in crescita di casi di malware con attacchi a dispositivi mobili. Quale di queste previsioni ti sembra più attendibile?
I "Quantified Self Data" sono protetti in modo inadeguato. - 8.8%
Multi-target malware: door-openers nei computer aziendali. - 8.4%
Più dispositivi mobili con malware pre-installato. - 27.7%
Nuovo record per i Trojan bancari. - 17.8%
Adware sempre sulla breccia. - 10.2%
Spyware in aumento. - 27.0%
  Voti totali: 488
 
Leggi i commenti

Uno degli amministratori del sito precedente, noto come WTC-SWE, ha fatto sapere che presto verrà lanciata un'altra versione di The Pirate Bay e che stavolta tutte le vecchie funzionalità saranno di nuovo presenti.

«È solo una questione di tempo. Avrò bisogno di ripulire il codice e sistemare tutto il disordine. La vera TPB tornerà, con il vero staff e tutto il resto» ha dichiarato WTC-SWE.

Nella vecchia Pirate Bay, gli amministratori e i moderatori si occupavano di eliminare i fake e lo spam e, in generale, di curare il buon funzionamento del sito; ora essi non si capacitano di come qualcuno possa pensare di far risorgere la Baia senza persone che si occupino di tutto questo, e perciò hanno deciso di prendere le distanze dal sito attuale.

«Personalmente, non l'accetterò né lo farà nessuno dello staff che è stato attivo per 10-11 anni» ha detto ancora WTC-SWE. «Come admin, e come essere umano, non me ne starò buono e non accetterò questo tipo di comportamento. È lo scenario peggiore che sarebbe potuto succedere».

Quindi, ora c'è una versione ridotta di The Pirate Bay che opera all'indirizzo consueto; prima o poi spunterà un'altra versione che affermerà di essere la vera Pirate Bay, ricostruita da un backup, e sarà gestita dal vecchio staff; infine, naturalmente, ci sono tutti i cloni fioriti nelle scorse settimane.

Non si tratta soltanto di siti che hanno tentato di approfittare di un nome famoso e non sempre ci sono riusciti. Alternative come Old Pirate Bay, gestito da IsoHunt, sono arrivati a raccogliere milioni di visitatori ogni giorno, e a questo punto non rappresentano più soltanto una soluzione temporanea.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
BitCannon per scaricare interi siti di torrent
Pirate Bay, countdown per il ritorno
Fioriscono i cloni di The Pirate Bay, ma l'originale non risorge
The Pirate Bay è pronta a tornare
Sequestrati i server di The Pirate Bay

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Numerosi utenti lamentano disservizi con i coupon-sconto. Quale di questi inconvenienti giudichi più grave?
La difficoltà nell'ottenere i rimborsi (o l'avere come rimborso un altro coupon anziché i soldi).
Non avere un livello adeguato di assistenza al cliente.
L'impossibilità di prenotare un servizio nonostante si sia acquistato il voucher (a causa di scarsa disponibilità da parte di chi eroga quel servizio).
Il trattamento diverso, da parte di chi eroga il servizio, nei confronti di chi paga con un coupon rispetto agli altri clienti.
Il ritardo nella consegna dei prodotti.
La non corrispondenza dell’acquisto effettivo con l’offerta iniziale.
La mancanza di modalità specifiche per i reclami.
Il fatto che l'esercizio per il quale si è acquistato il voucher ha chiuso o il servizio non è più attivo.
La mancata emissione della ricevuta fiscale da parte dei portali.
Non ho mai riscontrato alcuno di questi inconvenienti.

Mostra i risultati (1073 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics