Un supercondensatore dai mozziconi di sigaretta

I filtri usati offrono prestazioni superiori al grafene.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-03-2015]

supercondensatori mozziconi sigarette filtri

I mozziconi di sigaretta? Inquinano, sporcano, e sono utilissimi per costruire super- condensatori.

Un gruppo di scienziati sudcoreani ha infatti scoperto come utilizzarli per creare un materiale che offre prestazioni superiori anche al grafene quando si tratta di adoperarlo per ricoprire gli elettrodi dei supercondensatori.

«Il nostro studio» - ha spiegato il professor Jongheop Yi - «ha mostrato che i filtri usati delle sigarette possono essere trasformati, tramite un processo composto da un unico passaggio, in un materiale basato sul carbonio che offre alte prestazioni, il che offre contemporaneamente una soluzione ecologica per rispondere alla domanda di energia della società».

Spesso infatti non ci si fa caso, ma i mozziconi di sigaretta distrattamente gettati quasi ovunque sono una importante fonte di inquinamento anche a causa del loro elevato numero, e «molte nazioni stanno lavorando su norme rigide per trattare i bilioni di filtri usati, che sono tossici e non biodegradabili», come spiega ancora il professore.

Grazie a un processo chiamato pirolisi, le fibre di acetato di cellulosa di cui sono composti i filtri delle sigarette possono essere trasformati nel "materiale dei miracoli" di cui parlavamo, in grado di offrire ottime prestazioni per l'uso nei supercondensatori.

Sondaggio
Qual č il maggior problema tra questi?
La gente comune non capisce molto di scienza.
La stampa e i media non mettono in risalto le scoperte veramente importanti.
La stampa e i media semplificano troppo le scoperte scientifiche.
La gente comune si aspetta soluzioni semplici e veloci.

Mostra i risultati (1882 voti)
Leggi i commenti (5)

Tali prestazioni si devono al fatto che il materiale contiene molti pori minuscoli: un elettrodo realizzato con questo materiale avrà di conseguenza una superficie maggiore rispetto a uno realizzato con altri materiali, e quindi offrirà prestazioni migliori.

I primi test hanno mostrato che i supercondensatori realizzati in questo modo permettono di conservare maggiori quantità di energia elettrica rispetto ai quantitativi permessi dai supercondensatori realizzati in carbonio, nanotubi di carbonio o grafene.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La batteria al grafene che estrae l'idrogeno dall'aria
La cannabis meglio del grafene
Il primo altoparlante wireless alimentato da supercondensatori
Ricaricare la batteria dello smartphone in 20 secondi

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

A parte la mia battuta che era, appunto, una battuta o poco pių, se ho capito bene la cosa funziona se il filtro č usato per cui bisogna inventarsi un bel macchinario per far passare il fumo del tabacco (o di altro se adeguato) all'interno dei filtro per poi recuperare e trattare il filtro per il successivo riutilizzo. Forse non proprio... Leggi tutto
23-3-2015 11:20

Mica per forza devono essere i filtri delle sigarette, basta che siano fatti di quel materiale, se nel frattempo si possono recuperare i filtri, tanto meglio.
23-3-2015 11:11

Ma se stiamo sempre di pių cercando di convincere la gente a smettere di fumare per i ben noti problemi di salute che il fumo genera che ce ne facciamo di questa ricerca che studia il modo di sfruttare qualcosa che presto non ci sarā pių? :wink:
21-3-2015 15:42

No, come per la carta verranno create apposite societaā/consorzi ecc. unici autorizzati al riciclo e conseguente business :twisted: Leggi tutto
20-3-2015 12:16

Ottimo! :idea: Dopo i lutammari di vecchia memoria, presto avrevo i mozziconnari. Cosė invece di gettare i filtri nel tombino, verranno raccolti amorevolmente per essere bruciati nella stufetta risparmiosa e poi riciclare le scorie. :shock:
20-3-2015 01:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Ogni quanto tempo il tuo Pc č affetto da malware?
Una o due volte l'anno.
Tre o pių volte l'anno.
E' successo una volta e mai pių.
Mai.

Mostra i risultati (2631 voti)
Luglio 2021
Copyright: l'Italia e altri 22 Paesi UE nel mirino della Commissione
Rinunciare allo smartphone
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 luglio


web metrics