Google e i veicoli autonomi: 11 incidenti in sei anni

Ma la colpa è sempre stata di qualcun altro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-05-2015]

google auto autonoma 11 incidenti

Tutti sappiamo che Google da sei anni sta lavorando allo sviluppo di veicoli autonomi.

Quello che finora non sapevamo era quante volte i test fossero andati storti: in altre parole, in quanti incidenti le auto che si guidano da sole fossero state coinvolte.

Dopo che AP ha pubblicato un articolo affermando che dallo scorso settembre i veicoli di Google sono stati coinvolti in quattro incidenti, l'azienda ha deciso di scoprire le carte.

Ha così rivelato che in totale gli incidenti sono stati 11, tutti di natura minore. Inoltre, in nessun caso è stata colpa delle auto.

Google è scesa nei dettagli: in sette casi, la colpa è stata di un altro veicolo che ha tamponato da dietro la Google Car autonoma; in «un paio di incidenti» l'auto è stata colpita sul fianco da un altro veicoli; in un caso, poi, la colpa è stata di un'altra auto che è passata col rosso.

Sondaggio
Quando guidi in città, chi non vorresti incontrare nel traffico?
La Scuola Guida
Il neopatentato
La donna che si trucca in coda
Il manager che legge un quotidiano in coda
L'imbranata: parte in terza e si spegne il motore
L'avvoltoio dei parcheggi: continua a girare fino trovarne uno
La mamma con il SUV davanti alla scuola
L'indeciso sulla strada da prendere
Il vecchio col cappello
Il camion della nettezza urbana

Mostra i risultati (2461 voti)
Leggi i commenti (43)

A voler essere pignoli manca ancora la descrizione di un incidente per avere il quadro completo, ma l'idea generale è che in tutti i casi la colpa è stata di un altro veicolo, un veicolo guidato da un essere umano.

Google tiene molto infatti a sottolineare come da un punto di vista statistico i suoi sensori e algoritmi siano più attenti e meno propensi a commettere errori rispetto a qualsiasi essere umano; inoltre, gli errori commessi dagli altri veicoli aiutano l'azienda a migliorare gli algoritmi stessi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Strano che su un incidente solo su 11 non siano stati comunicati i dettagli, se anche fosse l'unico causato dall'auto autonoma sarebbe comunque statisticamente accettabile anche se resta l'ormai già più volte citato problema di chi, in casi in cui l'incidente sia causato dal veicolo, sarà chiamato a pagare i danni... :?
16-5-2015 15:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (786 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 novembre


web metrics