Sony presenta la serie X di Xperia

Tre smartphone di fascia media con schermo da 5 pollici, Android 6.0 e caratteristiche molto interessanti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-02-2016]

xperia x serie

Al Mobile World Congress Sony ha presentato una nuova linea di smartphone Xperia con Android 6.0: è la serie X, che sostituisce la seria Xperia Z.

Hanno fatto così il loro debutto gli smartphone Xperia XA, Xperia X e Xperia Performance, andando a costituire una nuova offerta entry level da parte del produttore giapponese.

Il lato interessante è che, pur trattandosi di dispositivi di fascia medio-bassa, Sony sembra aver posto particolare cura nella loro realizzazione a partire sin dall'estetica, creando smartphone con un design elegante e curato. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Telecom Italia ha scelto il marchio TIM per tutta la sua offerta commerciale di telefonia fissa, mobile e Internet, cambiando il logo. Cosa pensi del nuovo logo? Scegli un'opzione tra le seguenti e commenta nel forum.
Mi piace.
Non mi piace.
Preferivo il precedente.
Non mi interessa.
Sempre di più si dà troppa importanza all'immagine e poca alla sostanza.

Mostra i risultati (2053 voti)
Leggi i commenti (9)
Il modello di fascia più bassa si chiama Xperia XA. Il suo corpo in policarbonato ospita uno schermo da 5 pollici che copre, in orizzontale, tutto lo spazio disponibile: non avendo bordo ai lati, il risultato è un dispositivo più maneggevole di altri smartphone da 5 pollici.

Il display offre una risoluzione di 1280x720 pixel, mentre all'interno troviamo un processore MediaTek MT6755, basato su processore octa-core ARM Cortex-A53, accompagnato da un massimo di 2 Gbyte di RAM e 16 Gbyte di memoria interna. Quest'ultima è espandibile via microSD fino a 32 Gbyte.

A completare la dotazione ci sono una fotocamera posteriore da 13 megapixel e una batteria da 2300 mAh. L'articolo continua dopo il video.

sony xperia xa colors

Il modello successivo è Xperia X. Con un desing che ricorda quello del Xperia Z5, monta uno schermo da 5 pollici con risoluzione 1080p che presenta una leggera curvatura ai bordi.

Internamente c'è il SoC esa-core Snapdragon 650, basato su due core ARM Cortex A72 e quattro core ARM Cortex A53, accompagnato da 3 Gbyte di RAM e 32 Gbyte di memoria interna, che diventano 64 Gbyte nella versione dual SIM che però fa a meno dello slot per microSD, presente invece nel modello a unica SIM.

La batteria è da 2620 mAh mentre la fotocamera è da ben 23 megapixel ed è inoltre dotata dell'autofocus predittivo inventato da Sony, che regola dinamicamente la messa a fuoco permettendo di seguire un soggetto in movimento senza che la qualità dell'immagine ne risenta. L'articolo continua dopo il video.

xperia x serie

Resta infine il modello Xperia Performance, che però sarà disponibile unicamente sul mercato asiatico. L'aspetto è il medesimo del Xperia X ma all'interno c'è il nuovo SoC Snapdragon 820 (presente anche nel Samsung Galaxy S7 e nel LG G5) con 3 Gbyte di RAM mentre la memoria interna ammonta a 32 Gbyte.

Vi sono poi una batteria da 2700 mAh che secondo Sony garantisce due giorni di autonomia e 32 Gbyte di memoria interna, espandibili via microSD. Il Sony Xperia Performance è anche certificato IP68 contro polvere e umidità.

xperia x performance colors

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
LG G5, perché è così innovativo
Samsung Galaxy S7, torna lo slot per microSD

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni, tutte relative a siti che vendono coupon e buoni sconto online, concordi di più? (Se vuoi dare risposte multiple utilizza i commenti)
Sono un cliente abituale dei siti di coupon e in generale posso dichiararmi soddisfatto delle promozioni attivate tramite questo mezzo innovativo.
Apprezzo i coupon soprattutto per provare quelle strutture dove non sono mai stato, o servizi che non ho mai utilizzato prima.
Acquisto talvolta i coupon ma purtroppo molte volte non riesco a utilizzarli prima della loro scadenza, pertanto penso di diminuire questa attività o di continuare a farlo saltuariamente.
Acquisto i coupon soprattutto per usufruire dello sconto e raramente acquisto nuovamente un servizio o torno in una struttura a "prezzo pieno".
Solitamente acquisto un coupon soltanto se conosco già la struttura o il servizio offerto, non voglio fregature.
Mi è capitato spesso di prendere delle fregature o di non essere servito alla stregua degli altri clienti, pertanto penso che non acquisterò più coupon.
Non ho mai acquistato un coupon.

Mostra i risultati (1642 voti)
Agosto 2020
Mozilla licenzia il 25% dei dipendenti
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics