Netflix a caccia di pirati

Eppure un tempo il gigante dello streaming amava i pirati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-03-2016]

netflix pirati

La recente antipatia di Netflix per i pirati è ormai nota e dimostrata dal recente inasprimento della lotta a proxy e VPN. In questo caso parlare di pirateria è forse un po' improprio, ma si tratta comunque di accesso formalmente illegale a dei contenuti).

Il gigante dello streaming non ha però intenzione di limitarsi a queste azioni: ha infatti intrapreso una campagna per eliminare le copie pirata dei propri show originali.

Per ora ciò si è tradotto nella segnalazione a Google dei link a materiale pirata, usando il servizio messo a disposizione da Google stessa in ossequio al DMCA, la legge americana sul diritto d'autore. La prima segnalazione del 2016 comprende 71.861 link che rimandano a siti di streaming e di torrent ma anche file locker presso i quali si possono trovare contenuti appartenenti a Netflix, quali House of Cards, Narcos e The Ridiculous 6.

Una prima richiesta di rimozione c'era in effetti già stata alla fine del 2015, quando Netflix aveva segnalato appena 3.000 link: adesso l'impegno contro la pirateria s'è fatto più serio.

È improbabile che Netflix pensi di poter sradicare la pirateria in questo modo: è molto più facile che stia semplicemente cercando di rendere difficile il ritrovamento illegale dei propri contenuti, per trasformare i pirati in clienti paganti.

Sondaggio
Vuoi effettuare un acquisto online. Il sistema di pagamento richiede l'inserimento dei dati della carta di credito. Quali precauzioni prendi affinché sia una transazione sicura?
Nessuna precauzione. I siti Internet delle grandi compagnie sono ben protetti
Inserisco tutti i dati della carta utilizzando la tastiera virtuale
Digito e poi cancello i dati della carta più volte così il virus si confonde
Aumento il livello di protezione dell'antivirus
Utilizzo la modalità di navigazione in incognito del browser
Uso un proxy anonimo
Controllo di aver digitato il sito Internet correttamente e se si tratta del sito giusto

Mostra i risultati (1525 voti)
Leggi i commenti (16)

Dopotutto, il suo rapporto con la pirateria è sempre stato piuttosto ambivalente. Anzi, fino a tempi recente Netflix non si diceva particolarmente preoccupata dai pirati: utilizzava addirittura i dati sui contenuti più scaricati illegalmente per capire quali show e film rendere disponibili nei vari Stati.

«Sicuramente c'è gente che si rivolge ai torrent, in tutto il mondo, ma in qualche modo è proprio questo che crea la domanda» aveva dichiarato a suo tempo Reed Hastings, che di Netflix è CEO.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'auto che si guida da sola... (completa la frase)
ci permetterà di sfruttare il tempo perso guidando, magari in coda.
ci toglierà l'ultimo brandello di privacy.
ci farà viaggiare più sicuri.
ci esporrà a nuovi pericoli, dovuti ai bug o agli attacchi degli hacker.
ci consentirà di ridurre l'inquinamento.
ci priverà dell'autonomia.
sarà accettabile solo se ci permetterà sempre di scegliere la guida manuale.
sarà sicura solo se non permetterà mai la guida manuale.

Mostra i risultati (6038 voti)
Agosto 2022
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 11 agosto


web metrics