Chrome 50 abbandona Windows XP e Vista

Il browser di Google non supporta più neanche le vecchie versioni di Mac OS X.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-04-2016]

Chrome50xpvista

Chrome, il browser di Google, ha appena raggiunto il traguardo simbolico della cinquantesima versione e, per l'occasione, ha deciso di abbandonare un po' di zavorra.

Chrome 50 infatti non supporta più alcuni vecchi sistemi operativi: Windows XP, Windows Vista, OS X 10.6, OS X 10.7 e OS X 10.8.

Chi continua a usare questi sistemi non riceverà l'ultimo aggiornamento né ulteriori aggiornamenti in futuro: ciò significa dovrà continuare a usare Chrome 49 anche qualora venissero scoperte delle falle che riguardano questa versione, perché non potrà installare le edizioni più recenti.

Naturalmente, chi ancora dovesse usare Windows XP dovrebbe avere ben altre preoccupazioni, dato che il supporto a questa vetusta edizione di Windows è cessato ormai da un paio d'anni.

Uno scenario simile è quello che coinvolge gli utenti di Mac OS X, poiché anche il supporto alle versioni citate è già cessato.

Sondaggio
Autorizzi il browser a ottenere la cronologia dei siti Internet che hai visitato?
Ho disabilitato questa opzione
Sì, ma cancello la cronologia regolarmente
Sì, è comodo, così non devo digitare l'intero indirizzo
Non so

Mostra i risultati (2157 voti)
Leggi i commenti (17)

L'unico sistema ancora supportato (seppure nella fase di supporto extended) è Windows Vista, che verrà abbandonato da Microsoft soltanto tra un anno, nell'aprile del 2017.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
20 anni di Windows XP, il sistema operativo che si rifiuta di morire
Microsoft frena gli utenti che abbandonano Edge
4 utenti su 10 non abbandonano Windows XP
Un PC su quattro ha ancora Windows XP

Commenti all'articolo (2)

Posso capire xp ma vista non costava nulla supportarlo ancora un pò su linux hanno cessato il supporto se non hai i 64 bit... e i vecchi pc? per fortuna c'è firefox
24-4-2016 21:23

Una mossa di comune accordo con M$ e Apple per costringere gli utenti a cambiare SO anche se tali SO sono ufficialmente ancora supportati... solito comportamento prevaricatore e supponente. :twisted:
21-4-2016 19:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertà d'opinione ma c'è un limite a tutto.

Mostra i risultati (1436 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics