Metroweb, Enel e Telecom: come ricomprare ciò che era tuo

La gara per acquistare la rete in fibra di Metroweb, posata da Telecom, è lo specchio della crisi del nostro Paese.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-05-2016]

telecom enel fibra metroweb

All'inizio c'era il Piano Socrate di Telecom Italia, lanciato per cablare in fibra ottica tutto il nostro Paese e partito nel 1995.

All'alba della privatizzazione dell'azienda, nel 1998, fu però ritenuto troppo oneroso e venne abbandonato.

La fibra posata fino a quel momento fu venduta, per fare cassa, a eBiscom, la finanziaria di Silvio Scaglia che controllava anche Fastweb (poi venduta a Swisscom). Insieme alla fibra di Telecom venne venduta anche la rete realizzata, sempre con finanziamenti pubblici, dalla Aem, la società elettrica di proprietà del Comune di Milano: nacque così Metroweb.

Adesso Metroweb, passata poi nella mani della Cassa Depositi e Prestiti (ossia finita sotto il controllo dello Stato), è andata all'asta: vi partecipano, con una loro offerta, sia Enel sia Telecom Italia.

In sostanza Telecom vorrebbe ricomprare una rete che era già sua, realizzata quando l'azienda era controllata dallo Stato. Enel, che è tuttora controllata dallo Stato, acquisterebbe invece una rete già pubblica controllata dal Comune.

Sondaggio
Come ti colleghi a Internet da casa? Confronta i risultati con quelli del sondaggio precedente (2012-2013).
Modem 56K - 1.8%
Adsl a bassa velocità (fino a 2 Mega) - 8.2%
Adsl a media velocità (fino a 6-7 Mega) - 39.2%
Adsl ad alta velocità (da 8 a 20+ Mega) - 23.9%
Fibra ottica 10 Mega - 2.5%
Fibra ottica fino a 30 Mega - 7.7%
Fibra ottica 100 Mega - 5.8%
Smartphone o chiavetta o modem 2G (Gprs, Edge) - 0.4%
Smartphone o chiavetta o modem 3G (Umts, Hspa, Hspa+) - 4.4%
Smartphone o chiavetta o modem 4G (Lte) - 1.5%
Satellite - 0.7%
Wi-Max - 4.0%
  Voti totali: 3891
 
Leggi i commenti (7)

Telecom ha offerto più di 800 milioni di euro, denaro che deriverà dai risparmi sui costi che la nuova gestione dell'azienda si prefigge.

Se alla fine dovesse spuntarla Enel, sarebbe possibile, come già successo in Irlanda, che l'Authority per l'energia possa concedere la propria autorizzazione a patto che vengano ridotte le tariffe elettriche.

Se invece a vincere fosse Telecom Italia, l'ultima parola spetterebbe dell'Antitrust, che prevedibilmente imporrebbe rigorose condizioni di parità perché sia garantito l'accesso ai concorrenti.

Il governo Renzi, dal canto proprio, sembra in questo momento aver abbandonato l'idea di ritornare nelle Telco con una propria presenza, una possibilità che si sarebbe potuta realizzare tramite una società controllata dalla CDP e che includesse sia Metroweb sia la rete di altri operatori, fra cui la stessa Telecom Italia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Enel acquisisce Metroweb, battuta Telecom Italia
Telecom sceglie il successore di Patuano
Telecom Italia vuole la fibra ottica di Metroweb
Telecom Italia: sì ai dividendi, no agli investimenti
La fibra ottica di Metroweb e Telecom Italia
Gli azionisti di Telecom contro la banda larga di Metroweb
Bernabè e Gamberale contro il governo
Lo scandalo della fibra ottica a Milano

Commenti all'articolo (1)

La mente vacilla...
14-5-2016 15:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quasi la metà delle famiglie italiane (nel 2012 erano il 45,5% secondo Confindustria Digitale) non possiede ancora un collegamento a Internet. Qual è secondo te il principale motivo?
La connessione a banda larga non è disponibile.
Motivi di privacy e sicurezza.
Mancanza di skill e capacità d'uso.
Alto costo del collegamento.
Alto costo degli strumenti.
Internet non è utile.
Accedono a Internet da altro luogo.

Mostra i risultati (3506 voti)
Luglio 2020
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Tutti gli Arretrati


web metrics