Aria fresca in lattina per le città inquinate della Cina

Una vera boccata di brezza marina o montana, imbottigliata e spedita dall'Australia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-06-2016]

green and clean air china australia

Alcuni anni fa, quanti si presentavano con lattine piene di semplice aria e pretendevano di venderle pensavano di aver trovato un modo abbastanza originale per protestare contro l'inquinamento atmosferico.

Oggi, la stessa idea è un business che funziona in maniera eccellente.

L'australiana Green and Clean Air, fondata da John Dickinson e Theo Ruygrok, fa proprio questo: vende lattine di aria pura a quelle persone che vivono in zone particolarmente inquinate, come molte grandi città della Cina.

L'idea è nata nella mente di Ruygrok dopo un viaggio in Cina. Tornato in Australia, la prima cosa che l'ha colpito è stata la qualità dell'aria, decisamente superiore a quella respirata nella Repubblica Popolare.

Così ha chiesto all'amico: «Non sarebbe magnifico se potessimo catturare un po' di quest'aria e spedirla in Cina?».

L'idea, apparentemente folle, è stata subito tradotta in una proposta commerciale. Ora i due raccolgono campioni di aria in alcune delle zone più note dell'Australia come le Blue Mountains, la Bondi Beach, la Tasmania e Gold Coast.

Ogni regione ha la sua propria qualità: l'aria delle Blue Mountains - dicono - profuma di eucalipto, quella di Bondi Beach ha l'odore salmastro del mare.

Sondaggio
L'aggravarsi del tasso di inquinamento atmosferico fa assumere alle amministrazioni comunali la decisione di bloccare la circolazione delle auto. Cosa ne pensi?
Era ora: si tratta di una misura necessaria e urgente.
I blocchi del traffico sono inutili e peggiorano la vita delle persone.
Sono d'accordo, ma i provvedimenti dovrebbero essere più incisivi (o addirittura permanenti).
Sarei d'accordo solo se prima venissero potenziati i trasporti pubblici.
Non so.

Mostra i risultati (1411 voti)

Ogni lattina costa 20 dollari australiani (circa 13 euro) e permette di trarre tra i 130 e i 140 respiri tramite la maschera fornita in dotazione.

A quanto pare il prezzo è giustificato dal fatto che l'"inscatolamento" dell'aria è un'operazione complessa. I due fondatori della Green and Clean Air hanno dovuto farsi costruire un'apposita apparecchiatura, sviluppata nel corso di diversi mesi di studio: «Non basta un compressore da 300 dollari comprato in ferramenta» raccontano.

In Cina, l'aria australiana è un gran successo. «Oggigiorno l'inquinamento dell'aria in Cina è molto intenso: perciò a tutti piace l'aria pura che arriva dall'Australia» ha dichiarato in un'intervista Vivian Zhou, consulente per gli acquisti che opera a Pechino. «La compro in Australia per i miei clienti e la invio loro».

green and clean air 01
aircan art4

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
AirVisual Node misura in tempo reale particolato e CO2
Un aspira-smog contro l'inquinamento
Quando il bucato purifica l'aria
Inquinamento, meglio il pesce congelato di quello fresco
Il fiore che riduce l'inquinamento

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Oppure Benny lo vende come aria di Chioggia... :malol:
12-6-2016 10:54

Ottima idea poi la vendi come "Pascolo montano"... :lol: Leggi tutto
11-6-2016 14:13

In Italia molto probabilmente sì, in Australia... chissà... Leggi tutto
11-6-2016 14:12

Consiglio la visione di 2022:i sopravvissuti, film del 1973 con una scena nella quale il figlio di un ricchissimo ha il privilegio di giocare sotto una tenda ad ossigeno vicino ad un alberello. slàn.
9-6-2016 14:40

@Benny Questa mi sembra un'ottima idea Dovresti lanciare una raccolta fondi su kickstarter e chiedere di far parte di un inculator (se ne è parlato qui su ZN non molto tempo fa)... :lol:
7-6-2016 23:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (2520 voti)
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Tutti gli Arretrati


web metrics