Le Chrome app abbandonano Windows, Linux e Mac OS X

Google ritira il supporto ai sistemi concorrenti: d'ora innanzi le Chome app funzioneranno soltanto sotto ChromeOS.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-08-2016]

chrome app tolto supporto windows linux mac

Con un post sul blog ufficiale, Google ha annunciato che le Chrome app d'ora in avanti funzioneranno soltanto sotto ChromeOS e non più sotto Windows, Linux e Mac OS X.

La piattaforma Chrome App è stata lanciata tre anni fa allo scopo di consentire lo sviluppo di applicazioni web in grado di svolgere le medesime funzioni dei software desktop, per esempio accedendo all'hardware e fornendo servizi avanzati grazie ad API appositamente sviluppate.

L'idea di base era offrire la possibilità di sviluppare app universali - in quanto basate sulle tecnologie del web come JavaScript, HTML e CSS - che funzionassero con qualunque browser e qualunque piattaforma.

Esistono due tipi di Chrome app: quelle packaged, progettate per funzionare proprio come normali applicazioni desktop, con tanto di voce di menu e possibilità di funzionare offline con accesso alle risorse locali, e quelle hosted, che risiedono su un server remoto cui si accede tramite il browser.

Le cose però non sono andate come previsto: in base ai dati raccolti, appena l'1% degli utenti di Windows, Linux e OS X usa le Chrome app packaged. Quelle hosted sono già disponibili come normali web app, e la loro esistenza è pertanto solo un doppione.

Sondaggio
Qual è la cosa peggiore per un programmatore?
La modifica delle specifiche
I clienti
Debuggare
Scrivere documentazione
Il codice scritto da altri
La fase di test

Mostra i risultati (3824 voti)
Leggi i commenti (11)

La rimozione del supporto a Windows, Linux e Mac richiederà un certo tempo e non verrà completata prima del 2018. Se però siete utenti di qualche Chrome app farete già bene a guardarvi in giro per cercare un'alternativa.

Per quanto riguarda ChromeOS, invece, il supporto alle Chrome app resterà attivo «per il futuro prevedibile»: non è impossibile, quindi, che tra qualche mese o qualche anno Google decida di abbandonare completamente la piattaforma Chrome app in favore di qualcos'altro.

Se si considera che ChromeOS sta iniziando a supportare le app Android e che c'è un nuovo sistema operativo in cantiere si intuisce quale possa essere il disegno globale: uccidere, nel lungo periodo, tutte le Chrome app e potenziare invece il supporto al più ampio parco di software per Android.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows, il sottosistema per le app Android è già nel Microsoft Store
Fuchsia, il nuovo sistema operativo di Google

Commenti all'articolo (3)

Stanno iniziando a tagliare una altro ramo secco e, tutto sommato, devo dire che mi aspettavo lo tagliassero assai più rapidamente...
25-8-2016 18:47

{Paolo Del Bene}
Sinceramente NON ne sentirò la mancanza e le app's NON sono installabili da riga di comando con un semplice apt-get install Anche se qualche distribuzione ha oltre al main i server con poco NON Free Software, le distribuzioni che usano solo Software Libero, non danno spazio a certe applicazioni. Le app's vanno bene per... Leggi tutto
25-8-2016 03:58

{ictuscano}
Non vorrei sbagliarmi, ma Chrome Os è stato uno dei SO più inutili della storia? Faccio confusione a pensare che è quello dei Chromebook e compagnia? Cioè dei notebook "pesantemente limitati" in grado quindi di soddisfare le esigenze forse dell'1 per cento degli utenti.. ci credo che sospendano... Leggi tutto
24-8-2016 09:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (1615 voti)
Maggio 2022
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Una storia di phishing bancario diversa dal solito: il ladro beffato
Aprile 2022
Una dura lezione dall'Internet delle Cose
Bug nell'app Messaggi, e la batteria si scarica in fretta
Gli USA ottengono l'estradizione di Assange
L'utility che ripulisce Windows 11 è in realtà un trojan
Hacker cinesi sfruttano VLC per diffondere malware
Quando l'intelligenza artificiale bara: l'aneddoto degli husky scambiati per lupi
Che si fa con Telegram? È russo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 maggio


web metrics