Sito torrent pirata: in carcere moderatori e utenti

Dovranno anche pagare alle major 20 milioni di euro di danni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-09-2016]

torrent prigione

Non è raro che un sito di torrent pirata venga chiuso e chi lo gestisce finisca per passare del tempo in prigione, ma le autorità francesi hanno deciso di andare oltre e mettere in custodia anche alcuni utenti.

La vicenda riguarda il sito OMGTorrent, che è stato fondato nel 2008 e al momento della chiusura poteva vantare 3,5 milioni di utenti mensili.

Nel giugno del 2015, dopo un'indagine durata quattro mesi, OMGTorrent venne chiuso e le due persone che lo gestivano arrestate.

«Non lo facevano per divertimento» dichiarò allora un portavoce della polizia. «Attraverso quella piattaforma hanno fatto un sacco di soldi. Anche se offrivano film senza richiedere alcun compenso, guadagnavano denaro con la pubblicità».

In seguito alla chiusura, la polizia sequestrò i computer domestici dei due gestori del sito, trovando oltre 3,5 terabyte di materiale pirata, e anche un server posto all'estero, contenente altro materiale.

Anche dopo l'arresto e aver informato gli arrestati che rischiavano fino a 10 anni di prigione, oltre che di dover pagare i danni, la polizia non si ritenne soddisfatta.

Nei mesi successivi, usando i dati ottenuti dal server sequestrato, rintracciò altre persone, tutte legate in qualche modo a OMGTorrent, e le mise di fronte alla possibilità di finire anch'esse in prigione.

Ora, a oltre un anno dall'inizio della vicenda, ci sono state le condanne. Insieme ai due gestori sono stati condannati i quattro maggiori utenti del sito, ossia coloro i quali hanno scaricato più materiale.

Sondaggio
Autorizzi il browser a ottenere la cronologia dei siti Internet che hai visitato?
Ho disabilitato questa opzione
Sì, ma cancello la cronologia regolarmente
Sì, è comodo, così non devo digitare l'intero indirizzo
Non so

Mostra i risultati (2150 voti)
Leggi i commenti (17)

Più nel dettaglio, il fondatore di OMGTorrent dovrà scontare un anno in prigione e pagare una multa di 5 milioni di euro per aver distribuito senza autorizzazione lavori protetti dal diritto d'autore.

L'altro gestore del sito, una donna di trentotto anni che fungeva da moderatrice, è invece stata condannata a quattro mesi ma con sospensione della pena e al pagamento dei danni, pari a circa 1 milione di euro.

I quattro utenti sono invece stati condannati a una pena più lieve: un mese ciascuno. Dovranno però anche incontrarsi con i detentori dei diritti da loro violati perché sia stabilito un giusto rimborso dei danni, calcolati complessivamente in 20 milioni di euro.

Intanto, OMGTorrent è tornato a funzionare: uno sconosciuto ha acquistato il dominio e vi ha aperto un sito di torrent.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
UK, 10 anni di prigione ai pirati del web
Arrestato perché giocava a Pokemon Go in chiesa
Catturato narcotrafficante per le email che non inviò
Condannato a due anni e mezzo di carcere il re dello spam
Cofondatore Pirate Bay condannato a multa di 350.000 euro
I sottotitoli sono pirateria? Gestore sito fansub rischia condanna
UK, la polizia non può costringere un sospettato a fornire le password
Ventenne rischia condanna pesante: gestiva sito di proxy
Punizione esemplare per pirata del software
Le confessioni di un cammer

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

E nemmeno mai lo faranno, e non chiederanno loro neppure di partecipare al pagamento dei danni ai ricorrenti... :roll: Leggi tutto
6-10-2016 18:55

Eh, ma infatti. Leggi tutto
23-9-2016 16:52

"il principio è un periodo di delicati equilibri... " Leggi tutto
23-9-2016 11:14

Forse tu ridi che forse sei uno con la fedina lunga un chilometro e vari anni di prigione. Ma le persone normali, quelle che lavorano hanno una famiglia i figli il mutuo che fa una vita normale..... se il figlio o il marito viene beccato a piratare e viene indagato e anche condannato significa: spese per avvocato che possono essere... Leggi tutto
23-9-2016 09:51

Hanno arrestato tutti, tranne le aziende che finanziavano l'attivita' illecita (pagando i banner pubblicitari).
22-9-2016 17:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, in quale di questi campi la realtà aumentata potrebbe portare più innovazione?
Medicina
Beni culturali
Videogiochi
Entertainment
Architettura
Altro (specificare nei commenti)
Realtà de che?

Mostra i risultati (2871 voti)
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 novembre


web metrics