Arriva la spazzola per capelli connessa a Internet

Ne sentivamo il bisogno.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-02-2017]

spazzola

Il Consumer Electronics Show (o CES) che si tiene all'inizio di ogni anno a Las Vegas è una fiera delle novità informatiche ed elettroniche che non manca mai di regalare esempi di gadget geniali misti ad altri totalmente assurdi. Nel 2013, per esempio, ci aveva deliziato con iPotty, un vasino per bambini dotato di un supporto per tablet iPad per intrattenere digitalmente i pargoletti durante le loro funzioni fisiologiche. In italiano i soliti spiritosi l'avevano subito ribattezzato ironicamente iFatto.

Quest'anno è il turno della spazzola smart. O meglio, il Kérastase Hair Coach, una spazzola per capelli connessa a Internet. Per soli 200 dollari potrete presto avere una spazzola che incorpora un accelerometro e un giroscopio per contare i colpi dati alla chioma.

L'imprescindibile accessorio è dotato anche di un microfono, che ascolta il suono delle spazzolate per darvi informazioni sulle condizioni dei capelli, e di sensori per rilevare se avete i capelli bagnati o asciutti, caso mai non foste in grado di capirlo da soli, e adattare di conseguenza i consigli forniti dalla spazzola. Sì, siamo arrivati alle spazzole che danno consigli.

Come se non bastasse, la spazzola - pardon, il Hair Coach - vibra se ritiene che stiate usando un vigore eccessivo: usa il cosiddetto "feedback aptico" per insegnare la corretta tecnica di spazzolamento. Tutti i dati raccolti vengono poi trasmessi tramite Bluetooth o Wi-Fi a un'app per smartphone iOS o Android, che li combina con i dati ricevuti via Internet sulle condizioni meteo, il vento, l'umidità e persino i livelli di luce ultravioletta, per poi consigliare all'utente fashion i trattamenti ottimali per gestire la situazione, offrire una valutazione dello stato di salute dei capelli giorno per giorno e addirittura tracciare questa salute nel corso del tempo.

La spazzola smart Hair Coach sarà disponibile, stando ai produttori, in autunno 2017. Ne sentivamo disperatamente il bisogno, e ora questo bisogno è stato soddisfatto, ma l'attesa fino a quest'autunno sarà sicuramente spasmodica.

Sondaggio
Hai una stampante?
Sì, laser.
Sì, a getto d'inchiostro.
Avevo una stampante ma ora non ne ho più bisogno.
Mai avuto una stampante.

Mostra i risultati (2585 voti)
Leggi i commenti (7)

Ironie a parte, va detto che la spazzola smart non è stata accolta dagli addetti ai lavori come una spiritosata: anzi, è stata citata fra i prodotti meritevoli del premio per le innovazioni del Consumer Electronics Show, nella categoria "tecnologie indossabili", anche se è improbabile che qualcuno indossi una spazzola. È anche vero che un utente che ha bisogno di una spazzola intelligente potrebbe essere così distratto da uscire di casa con la spazzola ancora tra i capelli se non c'è un'app che gli ricorda di togliersela.

L'Hair Coach, fra l'altro, non è stato l'unico gadget a destare qualche perplessità e ilarità al CES di quest'anno: vanno citate infatti anche le mutande antiradiazioni Spartan, i cui materiali includono fibre d'argento che (stando ai produttori) bloccano le emissioni Wi-Fi e cellulari, impedendo che possano interferire con quelli che il produttore chiama "gioelli di famiglia".

Non dev'essere stato facile per i venditori della Spartan stare alla fiera dell'elettronica e dichiarare, nella loro pubblicità leggermente terroristica, che i prodotti venduti da tutti gli altri espositori che stavano intorno a loro erano (secondo Spartan) cancerogeni e sterilizzanti, ma ci sono riusciti. Non ci resta che aspettare la versione 2.0 della mutanda, che sarà sicuramente connessa a un'app per dirci qual è il davanti e qual è il retro con il "feedback aptico".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (2)

Vedo che il record di stupidità umana viene battuto proprio ogni anno... :umpf: e con miglioramenti veramente apprezzabili pure. :wink:
4-2-2017 15:32

{Clelia}
Caro Paolo, mi hai fatto troppo ridere, grazie, ci voleva!!!!!!
3-2-2017 12:54

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che rapporto d'aspetto ha il tuo monitor?
4:3
16:9
16:10

Mostra i risultati (1764 voti)
Aprile 2020
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Tutti gli Arretrati


web metrics