Intel cancella le CPU Itanium

I processori Kittson saranno gli ultimi IA-64.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-05-2017]

itanium

Qualcuno ricorderà come, all'inizio del millennio, Intel abbia tentato di dare il via alla transizione ai 64 bit lanciando la linea di processori Itanium.

Inutile dire che non ebbero un grande successo. L'architettura IA-64 non era retrocompatibile con l'architettura IA-32 e così gli Itanium vennero snobbati dal grande pubblico, mentre trovarono un certo impiego nel mercato dei server.

I processori a 64 bit conobbero il successo solo quando AMD lanciò i primi Opteron con architettura K8, dotati del set di istruzioni AMD64, che era retrocompatibile con il codice a 32 bit. Intel dovette adeguarsi inventandosi EM64T.

In tutti questi anni, gli Itanium hanno continuato la loro quieta vita tra i server, soprattutto quelli marchiati Hewlett-Packard Enterprises: dopotutto, HP aveva collaborato con Intel nel progettare IA-64.

Ora, però, la storia è giunta alla fine. Il gigante dei chip ha presentato l'ultima incarnazione di Itanium, nota con il nome in codice Kittson, e contemporaneamente ha annunciato la dismissione della linea. Kittson sarà l'ultima generazione di Itanium.

Sondaggio
Qual è il componente del PC che aggiornerai per primo?
Scheda Wi-Fi
Mouse
Tastiera
Scheda audio
Hard disk
RAM
Schermo
Scheda video
Processore
Tutto il PC

Mostra i risultati (2643 voti)
Leggi i commenti (10)

Le CPU Kittson hanno quattro core (per un TDP di 130 Watt) o otto core (170 Watt) e sono costruite a 32 nanometri (lo stesso processo costruttivo adottato per i Core i3, i5 e i7 di prima generazione), supportano Hyperthreading e la RAM ECC DD3.

Questi processori sono pensati come sostituti dei precedenti Itanium 9500 e 9300, e adottano il medesimo socket LGA 1248.

Allo stato attuale, Hewlett-Packard Enterprises è l'unica azienda che pare interessata a vendere server basati sugli Itanium Kittson.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Intel, arrivano i Core i9
HP contro Oracle, il caso Itanium finisce in tribunale

Commenti all'articolo (1)

{toluca}
Per me Intel può anche smettere del tutto di produrre processori. Itanium non si è affermato anche perché costa(va) un occhio della testa, grazie ai ricarichi faraonici del produttore. Ricarichi che venivano poi parzialmente impiegati per fare concorrenza sleale alla AMD. E' vero che queste aziende sono tutte,... Leggi tutto
14-5-2017 14:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
E' corretto utilizzare i social network in ufficio?
Sì, perché offrono numerose occasioni per migliorare la propria produttività.
Sì, perché sono strumenti validi per condividere opinioni lavorative con amici e colleghi.
Sì ma con moderazione: una pausa di cinque minuti ogni tanto allenta la tensione e migliora la produttività.
No, perché la commistione tra aspetti privati e professionali generata dall'utilizzo di questi strumenti potrebbe causare problemi sul posto di lavoro.
No, perché non è corretto scambiare opinioni relative a questioni lavorative attraverso i social media.
No, perché hanno un impatto negativo sulla produttività.
Non saprei.

Mostra i risultati (1992 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics