Cortana e Alexa lavoreranno insieme

Microsoft e Amazon stringono l'accordo: i loro assistenti intelligenti presto inizieranno a collaborare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-09-2017]

alexa cortana

Uno degli aspetti più seccanti delle innovazioni tecnologiche, almeno dal punto di vista degli utenti, è la frammentazione.

Il prodotto di una data azienda non "parla" con quello dell'azienda concorrente, e così chi volesse avere accesso a tutte le funzioni esistenti dovrebbe dotarsi di due, tre, quattro apparecchi diversi.

Amazon e Microsoft si sono resi conto di quanto faccia male - soprattutto a loro - questa situazione e hanno deciso di stringere un accordo per permettere ai loro assistenti personali di parlarsi tra loro.

Entro la fine dell'anno Cortana sarà in grado di comunicare con Alexa e chiederle di compiere quei servizi che da sola non è in grado di svolgere, e viceversa.

Chi possiede un Amazon Echo non dovrà più dotarsi di dispositivi Microsoft per accedere a Cortana: gli basterà dire «Alexa, open Cortana» per accedere a tutte le opzioni di quest'ultima. Naturalmente funziona anche l'opzione inversa.

Sondaggio
Quali vantaggi ti motivano a investire in prodotti per la smart home?
Prepararsi per quando si arriva a casa dal lavoro
Sicurezza per la casa
Essere pronto ad andare a letto (temperatura, illuminazione, chiusura delle tapparelle)
Intrattenimento accessibile
Cura dei miei parenti anziani

Mostra i risultati (446 voti)
Leggi i commenti (3)

Per Microsoft, tutto ciò significa avere accesso all'ampia base di utenti degli assistenti domestici di Amazon: li si potrà convincere a usare «la conoscenza di Cortana, l'integrazione con Office 365, e i promemoria», come spiega Satya Nadella, Ceo del gigante di Redmond.

Per Jeff Bezos, amministratore delegato di Amazon, presto ci saranno molti e diversi assistenti intelligenti, « e ciascuno disporrà dell'accesso a diversi insiemi di dati e avrà competenze in diverse aree specializzate. Insieme, i loro punti di forza si completeranno a vicenda».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'assistente vocale di Amazon arriva sui notebook e sui Pc con Windows 10
Il riconoscimento vocale completamente open source
Amazon: la smart home è protetta dalla libertà di parola
Amazon Echo accetta ordini di acquisto da chiunque. Anche da una voce alla TV
Se il testimone cruciale di un omicidio è la casa ''smart''
Aiuto, la mia casa smart è stata posseduta via radio

Commenti all'articolo (5)

:lol:
6-9-2017 18:58

E' piu' o meno come mettere a dialogare la tua portinaia e la parrucchiera di tua moglie. Insieme, la loro capacita' di farsi i cazzi tuoi e' immensa.
5-9-2017 22:54

Lo penso anch'io e continuerò ad evitare come la peste questi aggeggi la cui utilità nei confronti della loro invasività perniciosa è tuttora assai scarsa.
3-9-2017 17:57

Mah, io non sapevo che fosse Alexa... seppur cliente Amazon. :shock: Sì, credo anch'io che l'obbiettivo n.1 sia una maggior profilazione dell'utente/consumatore. :roll:
3-9-2017 11:15

{talbot}
Collaborano adesso, per movimentare il mercato e dargli quella spinta che ancora manca, ma niente mi toglie dalla testa che TUTTE le grandissime aziende IT formino cartello, facendosi ovviamente concorrenza a basso livello, ma senza mai intaccare reciprocamente i vari "domini". Lo penso perché negli anni ho visto piccole... Leggi tutto
2-9-2017 13:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La discriminazione è più difficile da vedere rispetto al passato, ma c'è sempre. Quale di queste affermazioni ti senti di condividere maggiormente?
Le donne spesso sono additate come più pettegole degli uomini e ritenute meno simpatiche.
Le donne hanno più difficoltà degli uomini a ricevere il giusto credito quando partecipano a progetti di gruppo.
Le donne sono giudicate più severamente degli uomini per il loro aspetto.
Le donne in genere ricevono delle proposte economiche più basse degli uomini, a parità di posizione.
Le donne sono ritenute non qualificate fino a quando non hanno dato prova di esserlo, agli uomini accade meno spesso.
Le donne vengono promosse in base ai risultati, gli uomini (anche) in base al potenziale.
Le donne spesso non vengono invitate tanto quanto gli uomini a eventi di socializzazione come le uscite al pub o a vedere le partite.

Mostra i risultati (1082 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics