Windows Media Player sparisce da Windows 10

Dopo l'ultimo aggiornamento del Fall Creators Update.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-10-2017]

windows10 media player fall creators update

Se usate normalmente Windows Media Player per ascoltare i vostri brani musicali o vedere film, preparatevi a una brutta sorpresa.

Diversi partecipanti al programma Windows Insider, i quali hanno già avuto modo di mettere le mani sul Fall Creators Update, stanno segnalando che l'ultimissimo aggiornamento rimuove proprio Windows Media Player dal sistema operativo.

Il responsabile di ciò è l'update KB4046355, per il quale ancora non esiste una pagina nella Knowledge Base e che è stato rilasciato per Windows 10 versione 1709, anche se non è disponibile su tutti i dispositivi che eseguono la beta del Fall Creators Update.

Al momento, la situazione è poco chiara. Sebbene l'aggiornamento in questione sia indicato come FeatureOnDemandMediaPlayer, nome che lascia pensare che il suo comportamento sia voluto da Microsoft, è ancora possibile che la rimozione di Windows Media Player senza nemmeno consultare l'utente sia un errore, e che la versione distribuita al grande pubblico presenti almeno una schermata informativa.

In attesa che le cose di chiariscano, i fan di Media Player possono reinstallarlo tramite lo strumento apposito cui si accede tramite il menu Impostazioni -> App & funzionalità -> Gestione funzionalità opzionali -> Aggiungi funzionalità.

Sondaggio
Qual è la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (492 voti)
Leggi i commenti

Nell'elenco delle funzionalità del sistema che è possibile aggiungere si trova anche Windows Media Player.

Tutto ciò ovviamente non preoccuperà minimamente quanti già adoperano media player alternativi, come il popolare VLC: costoro probabilmente nemmeno si accorgeranno qualora la sparizione di Windows Media Player venga confermata ufficialmente da Microsoft.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

Probabilmente la disinstallazione è dovuta ad un lapsus freudiano di M$... Ad oggi penso che chi usa WMP sia una percentuale da prefisso telefonico.
15-10-2017 11:20

{utente anonimo}
Ah, ah ah! Ma quale brutta sorpresa ... appunto?! Nemmeno i lettori striminziti di una Lubuntu qualsiasi fanno peggio. E pensare che nel lontano 2002 ero affascinato dagli effetti psichedelici, almeno quelli li faceva bene. Anche groove musica...una perla! :-)
14-10-2017 14:13

Esatto. Facesse sparire anche groove musica... :lol:
12-10-2017 16:00

{kramer}
"..preparatevi a una brutta sorpresa". No, dico... Quando M$ ne fa una giusta sarebbe una brutta sorpresa?
11-10-2017 20:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1791 voti)
Agosto 2022
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 11 agosto


web metrics