Grave falla in Wpa 2 vanifica la crittografia

Sfruttando Krack è possibile intercettare tutte le comunicazioni in Wi-Fi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-10-2017]

wifi krack

C'è una falla estremamente seria nel protocollo Wpa 2, usato da pressoché tutti gli apparati di comunicazione Wi-Fi in tempi recenti, in quanto ritenuto molto più sicuro degli standard precedenti (Wpa 1, e il vecchio Wep).

I dettagli ancora non sono noti, ma saranno svelati nel corso di una presentazione fissata per il prossimo 1 novembre.

Prima ancora di questa, lunedì 16 ottobre alle 8 di mattina (secondo l'ora della costa orientale degli Usa, e dunque alla sera in Italia), verrà illustrato l'exploit che sfrutta la vulnerabilità in questione e che è stato chiamato dai suoi scopritori KRACK, ossia Key Reinstallation Attack (Attacco tramite Reinstallazione delle Chiavi).

La sua scoperta risale ad alcune settimane fa, ma fino a oggi le informazioni relative sono state tenute segrete, proprio in attesa del momento dell'annuncio ufficiale.

Secondo quanto rivelato da un avviso diramato dallo US-Cert, l'exploit sfrutta il funzionamento del four-way hadndshake, che è parte del processo di autenticazione usato da Wpa 2 e serve per stabilire la chiave di cifratura tra gli apparati in comunicazione.

Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1936 voti)
Leggi i commenti (3)

Al terzo passaggio è infatti possibile inviare la chiave più volte; se questa è re-inviata in un certo modo, è possibile fare in modo che il nonce (un numero casuale pensato per essere usato una volta soltanto) sia riutilizzato in maniera tale da compromettere la crittografia.

La serietà di questa falla non sta soltanto nella possibilità che concede di intercettare il traffico Wi-Fi, ma anche nel fatto che una tale vulnerabilità nel protocollo richiederà, per essere eliminata, la diffusione di patch per tutti gli apparecchi che lo supportano.

È molto difficile, tuttavia, credere che i produttori di router e dispositivi di rete in generale siano intenzionati a produrre correzione per tutti i loro apparecchi, compresi quelli meno recenti: la mancanza di patch rischia di far sì che il pericolo costituito da Krack possa continuare a esistere per molto tempo.

In ogni caso, in attesa della correzione i ricercatori suggeriscono di utilizzare, quando il Wi-Fi sia l'unica connessione disponibile, sistemi come Vpn e protocolli quali Https e Start Tls, in modo da aggiungere ulteriori strati di crittografia alle comunicazioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Seria falla in WPA 3 permette di intercettare il traffico: vana la crittografia
Le reti Wi-Fi diventano più sicure con WPA 3
WPA violato in 20 minuti con Amazon
Una password per le reti Wi-Fi aperte
Violato il protocollo Wpa in 60 secondi
Falla in Wpa, reti Wi-Fi a rischio sicurezza

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Come volevasi dimostrare...http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?p=682035#682035 È più probabile essere colpiti da un asteroide che da un hacker di questo calibro... :lol:
28-10-2017 23:28

E' anche una buona idea, nel mercato attuale c'è una grossa parte di hardware che deve essere aggiornato... un pò come è successo ai tempi del WEP, bisogna allinearsi, tutti quelli che detengono hardware "considerato vecchio" ma non per questo non conforme al lavoro, devono aggiornare via portafoglio, se non è disponibile una... Leggi tutto
22-10-2017 06:18

Alcuni mesi fa ho acquistato su Indiegogo un Fingbox per il monitoraggio della rete WiFi - utilizzavo già l'app Fing per il medesimo scopo e il fingbox aggiunge molte nuove caratteristiche per il monitoraggio e la sicurezza - e il fabbricante del dispositivo ha rilasciato la possibilità di identificare proprio un attacco KRACK nella... Leggi tutto
21-10-2017 14:31

il 90% dei router commerciali e casalinghi è linux 2.6 o giù di lì... i telefonini usano mediamente il 3,e qualchecosa. idem le tv il kernel dei sistemi operativi invece è sul 4.14 ma a parte questo non centra niente il sistema operativo. Il protocollo e la chiave wpa2 li usano tutti i sistemi. le chiavi che vengono spedite dalla... Leggi tutto
18-10-2017 12:22

@Maary79 A me sembra di aver capito che i dispositivi vulnerabili sono gli access point (anche quelli compresi nei router) Però non mi è chiaro se anche i client avranno necessità di essere aggiornati (ammesso vengano rilasciate le patch...)
17-10-2017 22:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1865 voti)
Novembre 2020
Flash muore ma i giochini sopravviveranno nell'Internet Archive
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
Tutti gli Arretrati


web metrics