Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione

Secondo Chris Wanstrath, in futuro le macchine programmeranno sé stesse.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-10-2017]

programmatori estinzione github

Attivo da quasi dieci anni, GitHub è nel tempo diventato tanto apprezzato da meritarsi il soprannome di «Facebook per i programmatori».

Durante l'ultima, annuale conferenza GitHub Universe, l'amministratore delegato di GitHub Chris Wanstrath s'è lanciato in una previsione che gli sviluppatori probabilmente faranno fatica a digerire, dato che contempla la loro estinzione.

Il ragionamento di Wanstrath è tuttavia lineare e riflette l'evoluzione storica della programmazione.

Se inizialmente si faceva tutto "a mano", ossia i vari sviluppatori dovevano scrivere tutto il codice di cui avevano bisogno, presto è diventata evidente la praticità di avere codice riutilizzabile, e così sono nate le librerie.

Grazie a esse, i programmatori devono scrivere meno codice, in quanto ciò che serve loro è già pronto. In futuro, grazie al continuo sviluppo degli strumenti che facilitano il lavoro e lo rendono sempre più simile all'assemblaggio di mattoncini Lego già pronti, la quantità di codice da scrivere sarà praticamente pari a zero.

Sondaggio
Qual è il tuo linguaggio di programmazione preferito?
C
Java
PHP
JavaScript
C#
Visual Basic .NET
C++
Perl
Python
Ruby

Mostra i risultati (2822 voti)
Leggi i commenti (18)

Con l'avanzare dei sistemi di intelligenza artificiale come quello sviluppato da Microsoft e da alcuni ricercatori dell'Università di Cambridge, chiamato DeepCoder e in grado di scrivere codice in autonomia partendo da un enorme database di codice già esistente, alla fine saranno le macchine stesse a produrre il nuovo codice.

«Noi crediamo» - ha quindi concluso Chris Wanstrath - «che il futuro della programmazione stia nel non programmare per niente».

Così, il diffuso timore che un robot possa sottrarre il lavoro agli esseri umani trova un nuovo campo di applicazione: non si riferisce più infatti soltanto ai lavori manuali o pesanti, ma anche a quelli più sedentari e creativi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 18)

Sicuramente un'idea interessante, ma credo che più che altro sarà un'evoluzione del lavoro del programmatore che creerà macchine in grado di programmare (e questo quando saremo abbastanza vecchi!).
21-12-2017 20:18

Qui entriamo veramente nei massimi sistemi!!... Le Macchine sostituiranno l'Uomo? Non credo sia impossibile... anzi, forse è addirittura probabile... non credo sia assurdo pensare che la discendenza dell'uomo possa essere sintetica... si potrebbe obiettare: "A cosa può servire un sistema fatto di macchine che si servono (o si... Leggi tutto
27-10-2017 11:49

I programmatori si metteranno tutti a scrivere virus che faranno impazzire le macchine che si progrmmano da sole, così servirà ancora chiamare un programmatore per sistemare. Ma poi una macchina che sviluppa codice lo scrive per autoprogrammarsi o per progrmmarne un'altra ? Se fa un errore e va in loop continua ad andare in loop nella... Leggi tutto
25-10-2017 14:48

{giovanni}
Da tempo si trovano repository con interi moduli di codice gia' compilato, debuggato e funzionante.a pagamento e spesso gratuito. Comparison_of_source_code_hosting_facilities
21-10-2017 21:18

Personalmente ritengo che i programmatori come li conosciamo oggi siano già molto diversi dai programmatori di 50 anni fa ed evolveranno continuamente nel corso dei prossimi anni in qualche altro modo. Appare sempre più evidente che la tecnologia modifica il nostro modo di vedere le cose e di operare, sia nel mondo del lavoro che nella... Leggi tutto
21-10-2017 15:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Completa la frase con quella che ritieni più opportuna, oppure aggiungi una risposta nei commenti. Secondo te, il networking online attraverso i siti social...
Serve a costruirsi un'efficiente rete professionale.
E' particolarmente utile per cercare opportunità di lavoro.
Serve a comunicare la qualità di saper lavorare in team.
E' un'opportunità che sfruttano soprattutto i più giovani.
Elimina le barriere geografiche.
Accorcia le distanze tra amici e famigliari.
Serve a tenersi sempre aggiornati.
Permette di stabilire relazioni rilevanti.
E' lo strumento per eccellenza per creare solide relazioni professionali.
Consente di comunicare i propri successi lavorativi.
E' utile per chiedere una raccomandazione.

Mostra i risultati (943 voti)
Gennaio 2023
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 gennaio


web metrics