Ransomware, minacce avanzate e attacchi multivettore

Le principali minacce alla sicurezza che vedremo nel 2018



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-02-2018]

locked

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Le principali minacce alla sicurezza che vedremo nel 2018

Gli attacchi ransomware continueranno a colpire le aziende e i criminali continueranno a cercare nuovi meccanismi (come le botnet) per distribuire il ransomware.

Ci attendiamo inoltre l'evoluzione del ransomware in "protectionware". I criminali potrebbero passare dalla richiesta di riscatto per liberare i dati alla richiesta di denaro per non essere colpiti.

L'email continua a essere il veicolo preferito per la diffusione delle minacce avanzate. A parte la distribuzione di codice malevolo, gli attacchi via email diventeranno sempre più sofisticati.

I criminali sfrutteranno il social engineering, le campagne mirate, lo spear phishing e il whaling per sottrarre credenziali e dati, commettere frodi, ecc.

Con la maggiore dispersione delle aziende e l'adozione di piattaforme cloud, aumenta la superficie di attacco a disposizione dei cybercriminali per lanciare attacchi multivettore. Le applicazioni web saranno sempre più colpite dagli hacker per rubare dati e danneggiare le aziende.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Domain Spoofing e Brand Hijacking

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Ricapitolando, e solo parlando del singolo che gestisce al massimo la sua piccola rete domestica... 1. Antivirus e firewall 2. Attenzione e buonsenso con gli allegati e i link strani 3. Backup periodico su supporto fisso con qualche precauzione tipo file-sentinella 4. Disk image periodica, anzi più di una, perché il malware potrebbe... Leggi tutto
16-2-2018 11:17

Cisco67 buongiorno. Mi riferisco agli organi competenti,a chi altri .. :idea: :wink: Un osservazione per giuseppe: commento un po troppo colorito ma passiamo oltre: il disk image è una buona idea,tuttavia vorrei sottolineare però che l'immagine salva il Sistema ,ma in caso di software ostili,quali per esempio... Leggi tutto
4-2-2018 11:10

Il problema non è il so e i sw installati, quelli si reinstallano (al limite porta via un po' di tempo) Quello che di prezioso c'è nei pc/memorie in genere sono i dati: documenti, foto, filmati, ecc) Non è pensabile eseguire un'immagine dell'intero disco di sistema ogni volta che aggiungi p.es. una foto (oddio, non che non si possa... Leggi tutto
3-2-2018 18:46

{giuseppe}
tutte cavolate!...quando abbiamo un computer che funziona bene, con tutti i nostri programmi e/o giochi installati e funzionanti, è sufficiente farsi un'immagine di QUELLO STATO del nostro disco rigido, ad esempio su un altro drive esterno, per poter rispondere a qualsiasi hacker del c...o " ma vaff....! ".....mi... Leggi tutto
2-2-2018 14:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (367 voti)
Febbraio 2018
Samsung Galaxy S9, le prime foto e tutte le indiscrezioni
Google elimina il pulsante Vedi Immagine per compiacere i signori del copyright
Fbi, Cia e Nsa: Non usate gli smartphone di Huawei e Zte
È arrivato LibreOffice 6.0 (ora 6.0.1)
Alla ricerca dei futuri signori dell'acqua
Telemarketing e registro delle opposizioni, le novità in arrivo
Schede video, le criptovalute fanno schizzare il prezzo alle stelle
Tim, lo scorporo della rete è imminente ma minaccia la trattativa per gli esuberi
Per il ''dilemma'' delle password esiste una terza opzione
La lavatrice che fa il bucato in cinque minuti netti, senza elettricità
Office 2019 sarà l'ultima versione e non funzionerà su Windows 7 e 8.1
Sorveglianza approfondita e non consensuale
L'app per il fitness svela le basi militari segrete in tutto il mondo
Gennaio 2018
Meno del 10% degli utenti Gmail usa l'antifurto gratuito offerto da Google
Windows 10 diventa Polaris: modulare e leggerissimo, ma non retro compatibile
Tutti gli Arretrati


web metrics