L'adblocker di Google Chrome che elimina solo la pubblicità invasiva



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-02-2018]

google chrome ad blocker

Come aveva promesso lo scorso giugno, Google ha ufficialmente lanciato l'adblocker di Chrome, una funzionalità che permette di filtrare gli annunci pubblicitari indesiderati.

Sembra quasi una contraddizione vedere che Google, azienda che tra buona parte dei propri guadagni proprio dalla pubblicità nel web, decida di abbinare al proprio browser una funzione che elimina i banner. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Secondo te quale di questi è il progetto (realizzabile) che cambierà di più le nostre vite?
L'accesso a Internet in tutto il mondo, tramite dirigibili o mongolfiere
Gli smartwatch
Le lenti a contatto con sensori e microcamera
L'hoverboard
L'auto che si guida da sola, senza pilota
Calico, contro l'invecchiamento o addirittura la morte
L'ascensore spaziale
I Google Glass
L'accesso a Internet in fibra ottica
Ara, lo smartphone modulare

Mostra i risultati (2004 voti)
Leggi i commenti (15)
Invece, questa decisione è semplicemente logica, poiché l'adblocker di Chrome non funziona allo stesso modo dei concorrenti.

Questi bloccano tutte le pubblicità indiscriminatamente, facendo però in tal modo un grave torto sia a quei siti che, per vivere, hanno bisogno dei guadagni generati dagli annunci, sia agli editori, sia a chi gestisce le reti pubblicitarie (come, per l'appunto, Google).

Google ha dunque scelto un approccio diverso. Il gigante sa bene, infatti, che il grosso degli utenti - la maggioranza silenziosa che è dotata di buon senso - non odia la pubblicità in toto: odia invece la pubblicità invasiva.

Così ha creato un adblocker che aderisce agli standard definiti dalla Coalition for Better Ads, associazione che raduna molti importanti attori della scena del web, tutti decisi a darsi un regolamento che permetta di mantenere in vita le campagne pubblicitarie senza infastidire i visitatori.

Per ogni sito, l'adblocker di Chrome verifica la corrispondenza con le linee guida stilate dalla Coalition for Better Ads e genera un Ad Experience Report, che stima la compatibilità dei siti con gli standard di Better Ads.

Se il sito per più di 30 giorni non ha rispettato quelle indicazioni, le pubblicità vengono bloccate; in caso contrario il sito ha il via libera, poiché i banner che ospita non sono ritenuti spiacevoli per l'utente.

Google Chrome Ad Blocker Android

Tra le pubblicità che fanno guadagnare una cattiva nomea al sito (e dunque causano l'intervento dell'adblocker di Chrome) rientrano i popup, i banner con audio che si avviano in automatico, le pagine interstitial con conto alla rovescia, e i grandi banner che nascondono buona parte del contenuto della pagina.

Google, insomma, non vuole eliminare completamente la pubblicità dal web (cosa che sarebbe controproducente per sé stessa e ucciderebbe moltissimi siti che di essa abbisognano): vuole invece che non sia fastidiosa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Chromium sospende la sincronizzazione
Metti in muto quello spot!
Microsoft Edge batte Chrome e Firefox nei benchmark
Opera 50 difende dai siti che effettuano in segreto il mining di Bitcoin
I siti che sfruttano i Pc dei visitatori per generare Bitcoin
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Ti piacciono i giochi e gli enigmi matematici?
La matematica l'ho lasciata a scuola e non ne sento la mancanza
La utilizzo e mi piace nel mio lavoro, non per giocarci
Si, ma il mio limite è "unisci i puntini"
Quando me ne capita uno tra le mani, non mi tiro indietro
Li faccio di frequente e sono il miglior modo per mantenere attiva la mente
Giurerei che questo sondaggio nasconde un messaggio cifrato

Mostra i risultati (2943 voti)
Aprile 2021
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Personal killer robot
La “truffa alla nigeriana” è un classico. Del sedicesimo secolo
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 14 aprile


web metrics