Windows 10, il 50% degli utenti ha dovuto pagare un tecnico per i problemi dell'aggiornamento

Un sondaggio britannico rivela tutte le magagne dell'April Update e non solo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-06-2018]

windows 10 update problemi

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
April Update di Windows 10, già i primi problemi: Chrome si blocca dopo l'aggiornamento

Con Windows 10, il sistema operativo diventa un servizio: non è più necessario acquistare le versioni successive, perché esso viene aggiornato continuamente e così tutti possono godere sempre dei vantaggi dell'ultimissima edizione.

Questa, almeno, era la promessa fatta da Microsoft al lancio di Windows 10. Poi si è cercato di realizzarla, e sono iniziati i guai.

Un sondaggio condotto dall'associazione di consumatori britannica Which ha dimostrato ciò che tutti sospettavano: quando Windows subisce uno dei due aggiornamenti annuali, un gran numero di utenti ha problemi di vario tipo.

Quanti? Almeno il 50%. Il 21% del campione ha infatti rivelato di aver incontrato, dopo l'applicazione dell'April 2018 Update, incompatibilità software, tra cui app prima perfettamente funzionanti che di punto in bianco si rifiutavano di partire.

Il 16% ha invece accusato problemi hardware: alcune periferiche, insomma, non hanno gradito l'update e si sono bloccate.

Altri ancora hanno dichiarato che a seguito dell'aggiornamento il Pc era diventato immediatamente più lento, e altri ancora si sono ritrovati con un computer che non riusciva più ad avviarsi.

In sostanza, il 46% di quanti hanno risposto al sondaggio ha ammesso di aver dovuto ricorrere alla consulenza di un tecnico, per la quale ha speso in media 67 sterline (circa 75 euro).

L'idea di trasformare il sistema in un servizio continuamente aggiornato è quindi certamente ottima, almeno per i tecnici. Gli utenti la pensano però diversamente e dello stesso parere è anche Which, secondo la quale a Windows dovrebbero essere applicati gli stessi criteri usati per gli altri prodotti.

Per esempio, se si verificano dei guai imputabili al sistema stesso, gli utenti dovrebbero aver diritto a un intervento gratuito e anche al rimborso dei soldi spesi.

Sondaggio
Come ti colleghi a Internet da casa?
Fibra ottica 300 Mega o superiore
Fibra ottica 100-200 Mega
Fibra ottica 20-50 Mega
Fibra ottica 10 Mega
Adsl 20 Mega o superiore
Adsl fino a 10 Mega
Adsl fino a 5 Mega
Adsl fino a 2 Mega
Smartphone
Chiavetta
Via Satellite
Wi-Max

Mostra i risultati (2959 voti)
Leggi i commenti (22)

Which sottolinea inoltre come negli ultimi 3 anni il numero di persone che ha contattato il supporto tecnico a causa di problemi con Windows 10 sia superiore al numero delle persone che hanno dovuto rivolgersi al supporto per ogni altro sistema operativo, mobile o desktop.

E soprattutto non bisogna dimenticare come, prima dell'aggiornamento, il sistema funzionava: Microsoft dovrebbe quindi - suggerisce Which - avvisare gli utenti molto più chiaramente della possibilità che questa pratica semestrale faccia più male che bene.

Microsoft dal canto proprio ha risposto affermando di voler «essere sicura che gli utenti ricevano il supporto di cui hanno bisogno e che ottengano la miglior esperienza di aggiornamento di Windows possibile», e che pertanto lavorerà con l'associazione per fare in modo che i suoi membri «ricevano il supporto di cui necessitano facilmente e velocemente».

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Microsoft: "È l'intelligenza artificiale a gestire gli aggiornamenti di Windows 10"

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10, attenti all'aggiornamento: potrebbe cancellare i documenti
April Update di Windows 10, già i primi problemi: Chrome si blocca dopo l'aggiornamento

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

Lo schermo IPS? :) Vero, ma il lo prenderei su un pc non Mac...risparmierei sempre e comunque... :wink:
17-6-2018 10:04

in parte (ma solo in parte) il maggior prezzo di un Mac a parità di CPU/ram con un altro portatile 'qualsiasi', spesso è dovuto alla superiore qualità dello schermo. Ho visto pochi portatili con Windows con schermi di qualità paragonabile (e in ogni caso costano meno, quasi sempre...) Leggi tutto
14-6-2018 16:37

Neanche gli aggiornamenti Windows rendono inutilizzabile il pc mentre sta scaricando o aggiornando il sistema, certo, i pacchetti cumulativi richiedono un riavvio, e quello è una scocciatura, ma si può pianificare. Invece gli aggiornamenti di versione li trovo snervanti, un ora per il riavvio (e progressiva installazione... Leggi tutto
14-6-2018 15:42

O da gente che mette in conto l'intervento di tecnici, amici o parenti che gli sistemano il pc. Ma la gente vuole Windows, e per me può continuare a perderci tempo e soldi, perchè è quello che vogliono. Leggi tutto
14-6-2018 15:31

sono completamente d'accordo - il sistema operativo è quel software del quale non ti devi accorgere, deve fare funzionare il computer e non rompersi e, mia umile opinione, non deve fare gli aggiornamenti quando IO ho bisogno di usarlo. (io uso Linux Mint, ci sono (piccoli) aggiornamenti praticamente ogni singolo giorno - nessuno di... Leggi tutto
14-6-2018 10:33

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come preferiresti controllare la Tv?
Con lo smartphone
Con il tablet
Con i gesti del corpo
Con la voce
Con il pensiero
Con il telecomando

Mostra i risultati (1789 voti)
Dicembre 2019
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Tutti gli Arretrati


web metrics