La startup Tron compra BitTorrent per 126 milioni di dollari



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-07-2018]

tron bittorrent

Se ne parlava sin dalla metà di giugno, ma finora s'era sempre trattato di voci di corridoio e di indiscrezioni. Invece era tutto vero: la startup Tron ha comprato BitTorrent.

L'annuncio è stato dato da BitTorrent stessa, mentre per quanto riguarda la cifra sborsata da Tron si parla di 126 milioni di dollari in contanti.

L'acquisizione conclude una fase particolarmente turbolenta della vita di BitTorrent. L'azienda che fino a oggi s'è occupata di sviluppare quello che probabilmente è il più famoso protocollo peer-to-peer ha sempre faticato a trovare un modello di business sostenibile.

Nonostante i 100 milioni di utenti attivi nel mondo, la capacità di generare introiti non è mai stata forte in BitTorrent e iniziative come BitTorrent Now non sono riuscite a risolvere la situazione.

Così, Tron ne ha approfittato. Si tratta di un'azienda nata sull'onda del successo della tecnologia blockchain (quella alla base di BitCoin) e che ora, nelle parole del suo fondatore, diventa «il più vasto ecosistema Internet decentralizzato al mondo».

Sondaggio
Vuoi scaricare la canzone 'Yesterday' dei Beatles; esistono varie opzioni su Internet. Quale file scarichi tra i seguenti?
Yesterday-Beatles-Song.scr
Beatles_All_songs.zip
Beatles_Yesterday.mp3.exe
Betles-Yesturday.wma

Mostra i risultati (1377 voti)
Leggi i commenti (10)

Che cosa ciò significhi per gli utenti di BitTorrent e uTorrent è poco chiaro.

Nell'immediato non cambierà nulla, come ha fatto sapere BitTorrent stessa, precisando di non avere «alcun piano per cambiare ciò che facciamo o i servizi che forniamo» e sottolineando anche di non avere intenzione di «abilitare il mining di criptovalute né ora né in futuro».

Quanto tutto ciò corrisponda anche ai piani di Tron sarà svelato dai prossimi mesi, anche se con ogni probabilità i due popolari client BitTorrent non andranno da nessuna parte, così come probabilmente resteranno attive le varie applicazioni lanciate negli ultimi anni.

Tuttavia non si può sapere se lo sviluppo di nuove soluzioni continuerà o se il destino di BitTorrent sia semplicemente di continuare a mantenere l'esistente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
BitTorrent, arrivano i gettoni virtuali per scaricare più in fretta
La falla in uTorrent che permette ai siti di controllare i Pc dei visitatori
Addio torrent, i pirati ora sono su Google Drive
Il motore di ricerca BitTorrent personale e inaffondabile
BitTorrent Now, lo streaming legale su smartphone
Il primo client BitTorrent per il web fa drizzare le antenne a Netflix
Sony voleva comprare BitTorrent
Un futuro a pagamento per uTorrent?
La chat sicura di BitTorrent
BitTorrent licenzia 45 impiegati
uTorrent mina Bitcoin senza il consenso dell'utente
BitTorrent vuole la certificazione RIAA
L'album musicale che si acquista tramite torrent
BitTorrent Bleep, telefonia cifrata sul peer to peer

Commenti all'articolo (1)

Se un'azienda ne acquisisce un altra, di solito, è per completare la propria gamma di prodotto e di crescere in fatturato e utili. Se BitTorrent è così poco profittevole allora, forse, la motivazione è la prima, vedremo crescere l'utilizzo di tecnologie blockchain nel peer?
28-7-2018 14:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1877 voti)
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics