Diventare hacker con meno di 2 euro. Grazie alle offerte speciali del dark web

Gli strumenti di hacking sono in vendita a prezzi stracciati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-08-2018]

darkweb hacker

L'immaginario cinematografico è spesso causa di grandi incomprensioni. Prendiamo il termine hacker: non soltanto tecnicamente non è corretto usarlo per indicare i "pirati informatici", ma anche l'idea che esso genera nelle persone è fallace.

Sentendo la parola "hacker" (nell'accezione comune di persona dedita alla violazione di sistemi informatici), la maggior parte delle persone pensa a qualcuno dotato di vaste conoscenze in campo informatico, un'acuta intelligenza e un'innata abilità.

Invece, al giorno d'oggi, basta avere un paio di dollari e, grazie alle offerte del dark web, ecco che ci si può improvvisare hacker con un certo successo.

Scorrendo il più recente Dark Web Price Index, pubblicato da Top10VPN, da un lato abbiamo la conferma che nella parte sommersa del web si può acquistare davvero di tutto.

Dall'altro lato scopriamo che è pieno di strumenti di hacking già pronti venduti a prezzi praticamente stracciati.

Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (1916 voti)
Leggi i commenti (7)

Si va dalle pagine di phishing realizzate per prendere di mira i marchi più noti fino agli strumenti per craccare le password, dai programmi che permettono di violare le reti Wi-Fi ai software per ottenere gli accessi ai sistemi più disparati.

Una pagina di phishing può costare appena 2,28 dollari (meno di 2 euro), e un programma per accedere illecitamente alle reti wireless 3 dollari. Con meno di 10 dollari si può acquistare un trojan che consenta l'accesso remoto al computer bersaglio, e chi si sente spendaccione con 44,37 dollari può procurarsi il software necessario per clonare le carte di credito (ma deve già possedere l'hardware adatto).

Ovviamente bisogna anche sapere come procedere. A questo scopo è in vendita tutta una serie di guide che spiegano come fare per portare gli attacchi, e spesso includono anche gli strumenti necessari.

prezzi dark web

Il vero problema non è tanto l'esistenza di questo materiale, quanto la sua disponibilità a prezzi estremamente concorrenziali: ciò può portare pressoché chiunque lo voglia a improvvisarsi criminale informatico, e spesso anche a riuscirci.

Per questo motivo Simon Migliano, capo dei ricercatori di Top10VPN. ricorda di mantenere sempre attive le misure di sicurezza che i browser già offrono e anche di adeguarsi sempre ai sistemi che i servizi online come quelli bancari offrono per proteggere i dati degli utenti.

Se per esempio la banca suggerisce l'utilizzo di un sistema a due fattori (pratica ormai fortunatamente diventata quasi obbligatoria) non è per dare fastidio a chi deve adoperare il sistema: è perché i sistemi di sicurezza più semplici spesso oggigiorno si possono superare con una certa facilità.

dark web prezzi guide

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
I dati rubati a Facebook sono già in vendita nel dark web, a prezzi stracciati
Hacker nel 1834
Non tutti i cybercriminali sono dei geni del male
35 anni di Wargames
Fbi agli utenti: ''C'è un malware nei vostri router, riavviateli''
Hacker distratti rivelano per sbaglio due falle finora sconosciute
Una rapina a mano armata per rubare Bitcoin
Hacker sequestrano i server di un ospedale. Vogliono un riscatto in Bitcoin

Commenti all'articolo (4)

I saldi dell'hacking... :wink:
13-8-2018 17:16

Anabasi, ovviamente nel 2018 è d'obbligo leggere solo il titolo per acquisire una notizia, tutto il resto potrebbero benissimo essere dei paragrafi di lorem ipsum
7-8-2018 20:55

Non mi sembra fuorviante: la frase "Gli strumenti di hacking sono in vendita a prezzi stracciati", posta al di sotto del titolo, chiarisce a sufficienza.
7-8-2018 20:09

{utente anonimo}
Titolo tristemente fuorviante, mi aspettavo di trovare corsi (a pagamento) su come diventare un hacker/cracker autonomo vero e proprio e invece è solo un e-shop per script kiddies
7-8-2018 12:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è tra questi il motivo più importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (993 voti)
Febbraio 2019
Chiavette USB per rilevare eventuali cyberattacchi
Microsoft chiede agli utenti di non usare Internet Explorer
Cassandra Crossing/ Colore viola addio
Microsoft: Non comprate Office 2019
Storia di un attacco informatico a una banca
Lasciate Facebook per un mese: vi farà bene
Windows Update irraggiungibile, ma torna a funzionare cambiando i DNS
Prosecco italiano sotto accusa: distrugge le colline da cui nasce
Gennaio 2019
Cassandra Crossing/ Truffati o indotti in errore?
La lavastoviglie compatta che lava i piatti in 10 minuti
Microsoft azzoppa Windows Media Player in Windows 7
Facebook vuole unificare Instagram, Messenger e WhatsApp
Windows Lite farà piazza pulita delle ''piastrelle'' nel menu Start
I dipendenti del social network sanno tutto. E se la ridono
Il sito Torrent distribuito e impossibile da censurare
Tutti gli Arretrati


web metrics