Windows 7, manca un anno esatto alla fine del supporto

Il pensionamento del vecchio sistema farà un gran bene alle vendite di Pc.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-01-2019]

windows 7 fine supporto

Manca un anno esatto: il 14 gennaio 2020 cesserà definitivamente il supporto a Windows 7, sistema operativo ormai anziano che già da qualche tempo è entrato nella fase di supporto estesa.

A quel punto, quanti ancora staranno usando Windows 7 non avranno scelta: se non vorranno restare con un sistema che non riceverà più alcun tipo di aggiornamento - nemmeno quelli relativi alla sicurezza - dovranno cambiare e passare a Windows 10 (dato che è improbabile una conversione di massa a Linux).

La questione non è secondaria. Se si vanno a guardare i dati più recenti sull'utilizzo di Windows 7 si nota come questa edizione di Windows sia ancora ampiamente adoperata, specialmente in ambito aziendale: nei prossimi 365 giorni, quindi, molte aziende dovranno affrontare il passaggio, volenti o nolenti.

Per Microsoft si tratta ovviamente di un'ottima cosa, dato che quelle realtà dovranno acquistare un numero sufficiente di licenze, ma secondo gli analisti la fine del supporto a Windows 7 sarà un bene anche per il mercato dei Pc in generale.

Nel 2018, le vendite di computer desktop e portatili hanno proseguito la fase di contrazione che stanno seguendo da anni, ma i prossimi mesi potrebbero segnare un'inversione di tendenza: non è un caso se al CES 2019, che s'è da poco concluso, proprio i Pc siano stati i protagonisti.

Come ha spiegato Mark Linton, dirigente di Microsoft, proprio durante il CES, la necessità di abbandonare Windows 7 convincerà gli utenti che a oggi gli sono ancora fedeli a cambiare, insieme al sistema operativo, anche il computer.

Sondaggio
Quali vantaggi ti motivano a investire in prodotti per la smart home?
Prepararsi per quando si arriva a casa dal lavoro
Sicurezza per la casa
Essere pronto ad andare a letto (temperatura, illuminazione, chiusura delle tapparelle)
Intrattenimento accessibile
Cura dei miei parenti anziani

Mostra i risultati (420 voti)
Leggi i commenti (3)

Vorranno infatti una macchina che garantisca loro non soltanto di poter eseguire Windows 10 (le cui richieste hardware non sono, dopotutto, troppo diverse da quelle degli immediati predecessori) ma anche di poter sostenere gli aggiornamenti.

Non bisogna poi dimenticare che, soprattutto tra quanti nell'utenza consumer tuttora adoperano Windows 7, ci sono in circolazione vecchi computer a 32 bit che aspettavano proprio la fine del supporto al sistema per andare finalmente in pensione.

Al di là dei vantaggi per il mercato, occorre infine ricordare che Microsoft ha previsto per le aziende che non vogliano lasciare Windows 7 la possibilità di estendere ulteriormente il supporto per ulteriori tre anni, ma pagando ogni anno una cifra sempre un po' più alta.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microsoft azzoppa Windows Media Player in Windows 7
Microsoft: ''Windows 10 potrà eseguire tutte le app di Windows 7''
Gli utenti di Windows 10 superano finalmente quelli di Windows 7
Volete tenere Windows 7? Il prezzo continuerà a crescere

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

{franco}
secondo me non e' necessario passare a w10 , seven non si autodistrugge se non fai aggiornamenti , lo uso da anni, mai aggiornato
29-1-2019 09:07

Sono contenta che molti utenti vogliono disintossicarsi dal sistema imperatore M$, come se ci fosse un comandamento 'non avrai altro sistema oltre me', ma che provino almeno a testare altre piattaforme. Senza contare che W7 a fine supporto non si autodistruggerà, continuerà ad andare, e un dual boot è sempre possibile. Su desktop, oltre... Leggi tutto
20-1-2019 12:42

Seven finché il PC attuale regge e i SW che mi servono ci girano sopra. Poi abbandono definitivo di Win per Linux che oggi uso come secondo SO sul PC di riserva.
19-1-2019 14:25

{inqbo}
personalmente supererò la mia pigrizia -costretto a farlo- per passare a Linux sui vecchi hardware, mnetre per i nuovi mi rivolgerò a quelli dual con Android e Linux... Sto già iniziando a fare a meno dei comodi software Win compatibili, così da non arrivare impreparato... A dirla tutta hoo già iniziato... Leggi tutto
15-1-2019 17:34

Farà bene a chi vende pc, farà bene a ms, ma farà male alle nostre tasche.
15-1-2019 13:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Annunci come quello di NVIDIA sull'appliance GRID per il Cloud gaming suggeriscono che il fenomeno stia acquisendo rilevanza, ma storie di insuccesso come OnLive sembrano indicare mancanza di trazione tra gli utenti. Hai qualche esperienza in merito?
Sì, e sono stato soddisfatto
Sì, ma sono rimasto deluso
No, ma penso che possa avere successo
No, e fallirà perché ci sono alternative più interessanti per videogiocare

Mostra i risultati (139 voti)
Febbraio 2019
WinRAR, falla vecchia di 14 anni minaccia 500 milioni di utenti
Blu-ray in declino, Samsung cessa la produzione di lettori
Chiavette USB per rilevare eventuali cyberattacchi
Microsoft chiede agli utenti di non usare Internet Explorer
Cassandra Crossing/ Colore viola addio
Microsoft: Non comprate Office 2019
Storia di un attacco informatico a una banca
Lasciate Facebook per un mese: vi farà bene
Windows Update irraggiungibile, ma torna a funzionare cambiando i DNS
Prosecco italiano sotto accusa: distrugge le colline da cui nasce
Gennaio 2019
Cassandra Crossing/ Truffati o indotti in errore?
La lavastoviglie compatta che lava i piatti in 10 minuti
Microsoft azzoppa Windows Media Player in Windows 7
Facebook vuole unificare Instagram, Messenger e WhatsApp
Windows Lite farà piazza pulita delle ''piastrelle'' nel menu Start
Tutti gli Arretrati


web metrics