L'app che rivela lo stress tramite smartwatch



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-01-2019]

screenshot.2

Soldier.ly ha sviluppato la prima app al mondo per che rileva lo stress tramite gli smartwatch, offrendo agli utenti assistenza in tempo reale.

L'applicazione Soldier.ly, approvata dalla US Food and Drug Administration, rileva lo stress e interviene quando emergono segnali di quest'ultimo.

Il nome dell'app tradisce le proprie origini "militari", in quanto è stata sviluppata originariamente per ridurre i suicidi tra i veterani dell'esercito statunitense.

I problemi di salute mentale, informa la startup, colpirebbero attualmente circa 700 milioni di persone in tutto il mondo.

Soldier.ly è stata premiata recentemente da Zurich nella prima edizione dell'Innovation World Championship. Il concorso, lanciato ad agosto 2018, ha visto la partecipazione di oltre 450 startup del comparto insurtech a livello mondiale, divisi in cinque categorie: Smart Homes and Buildings, Digital Health, Pianificazione finanziaria, Mobilità e Wildcard option.

Sondaggio
Da dove scarichi di solito i file (app, film, libri, giochi)?
Scarico i file da fonti sempre diverse
Scarico file da siti di cui mi fido
Non scarico molti file e presto sempre attenzione al sito da cui li scarico
Scarico i file solo da negozi online e da app store di fiducia
Non scarico nulla

Mostra i risultati (1455 voti)
Leggi i commenti (12)

Le insurtech vincitrici collaboreranno con Zurich, con l'obiettivo di sviluppare programmi pilota per offrire i loro prodotti e servizi nei paesi e nelle regioni selezionate.

L'app sarà disponibile nelle prossime settimane nelle versioni Android e iOS.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la cosa più importante per te in un sito Internet?
Estetica
Interattività
Contenuti
Usabilità
Gratuità

Mostra i risultati (2816 voti)
Giugno 2022
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 giugno


web metrics