Amazon, migliaia di dipendenti ascoltano le registrazioni di Alexa

Solo per migliorare il servizio, o così sostiene Amazon.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-04-2019]

amazon echo ascolta conversazioni

Come fanno i vari assistenti vocali - da Google Assistant a Microsoft Cortana, passando per Amazon Alexa - a capire ciò che dicono i loro proprietari?

Grazie a sofisticati algoritmi, naturalmente, ma non solo. Un'inchiesta pubblicata da Bloomberg rivela che, almeno nel caso di Alexa, c'è un team di persone che ascoltano e analizzano le frasi registrate dai dispositivi Echo.

Quando si parla con un assistente come Echo, infatti, l'elaborazione della voce non viene fatta direttamente dall'apparecchio: una registrazione viene invece inviata via Internet ai server di Amazon che provvedono a "comprendere" il comando impartito.

In teoria, le registrazioni vengono poi distrutte, in modo da proteggere la privacy degli utenti. In realtà, alcune di esse vengono passate al team di cui parlavamo all'inizio, che le usa per migliorare la comprensione del parlato.

Ci sono quindi migliaia di persone in tutto il mondo il cui compito è ascoltare le conversazioni tra utenti e dispositivi al fine di rendere questi ultimi più smart, trascrivendo le frasi, apponendovi annotazioni e modificando di conseguenza il programma di Alexa.

Il lavoro - illustra l'inchiesta - è piuttosto ripetitivo: in una giornata lavorativa di nove ore ogni dipendente di Amazon analizza in media 1.000 spezzoni audio, per lo più spiegando ad Alexa che cosa intendesse davvero dire qualche utente incompreso.

Tutto ciò è senz'altro utile per far sì che l'interazione con l'assistente si svolga nel modo più efficiente possibile, ma è anche poco desiderabile per quanti preferirebbero proteggere la propria riservatezza ed evitare che sconosciuti in giro per il mondo ascoltino ciò che viene captato dall'Echo.

Sondaggio
Qual è il momento tra questi in cui avverti il maggior bisogno di privacy?
Leggo gli annunci di lavoro in ufficio
Spio un/una mio/a ex sui social network
Utilizzo i social network in ufficio
Consulto l'online banking
Guardo foto o filmati a luci rosse
Invio o guardo foto private
Faccio shopping online

Mostra i risultati (1368 voti)
Leggi i commenti (4)

Amazon, dal canto proprio, pur riconoscendo l'impiego di esseri umani per analizzare le registrazioni di Alexa, spiega che «Annotiamo soltanto una piccola parte delle registrazioni, al solo scopo di migliorare l'esperienza utente. Per esempio, quest'informazione ci aiuta ad addestrare i sistemi di comprensione del linguaggio naturale e di riconoscimento del parlato, così che Alexa possa comprendere meglio le richieste e garantire che il servizio funzioni bene per tutti».

Ci sono in essere diverse policy per impedire gli abusi - spiega ancora Amazon - e «i dipendenti non hanno accesso diretto a informazioni che possano identificare le singole persone o i singoli account».

Le rassicurazioni di Amazon corrisponderanno sicuramente a verità, tuttavia quanto emerso ci ricorda sempre che chi sceglie di mettersi in casa un assistente vocale sta aprendo la porta a uno spione autorizzato, anche se magari ben intenzionato.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Ecco come disabilitare l'ascolto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google e il microfono segreto presente nei dispositivi Nest
Alexa, voci captate in casa e inviate a uno sconosciuto
Il topo d'appartamento che non voleva rubare, ma usare la rete Wi-Fi
Se l'ex ti molesta e spia tramite l'Internet delle Cose
Amazon Echo cattura e invia conversazione privata
Se Amazon Echo registra le conversazioni private (e le invia ai contatti)
Amazon Echo modificato diventa microspia
Amazon Echo (Alexa) si mette a ridacchiare in casa

Commenti all'articolo (4)

Anche no. Pur non avendo nulla da nascondere non sono così idiota da pagare addirittura per essere profilato e poi basta il cervello e un bloc notes così il cervello si tiene pure allenato anziché lasciarlo atrofizzare. Leggi tutto
12-4-2019 23:03

Io lo metterei in bagno nei momenti in cui mi esprimo al meglio del mio potenziale (leggi le faccio con la maggior potenza ergo con effetto sonoro migliore). :lol: Ma non ho soldi da spendere in cazzate ergo queste "meraviglie" di Amazon le lascio a decerebrati danarosi. :P
12-4-2019 12:36

Quindi se me ne compro uno e passo il tempo a dire ad amazon cosa ne penso di loro e della loro "privacy" da vicina di casa con l'orecchio appoggiato sul muro, ci sarà effettivamente qualcuno pagato per ascolterli! Wow! Mi stanno quasi convincendo...:-)
12-4-2019 10:58

{utente anonimo}
Nulla da nascondere, nulla da temere, giusto?
12-4-2019 10:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'amazonite è...
Una pietra (semi)preziosa.
La spasmodica ammirazione per un popolo di donne guerriere.
Lo shopping compulsivo e la dipendenza patologica da un noto negozio online.
Nessuna di queste. In italiano si scrive amazzonite ;)

Mostra i risultati (1253 voti)
Aprile 2019
È possibile rilevare telecamere nascoste in una camera d'albergo?
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Windows, gli aggiornamenti di aprile bloccano i PC con Avast e Sophos
Arrestato Assange, il commento di Paolo Attivissimo
Assange arrestato: ecco cosa rischia
Windows XP, anche l'ultima versione supportata getta la spugna
Nessuno usa la rimozione sicura USB: cambia la policy di Windows
La VPN per chi non sa che cosa sia una VPN
Facebook, i dati di mezzo miliardo di utenti accessibili pubblicamente
Anche Nokia ha il suo smartphone col buco
Asus, utenti attaccati tramite aggiornamenti di sistema
Marzo 2019
L'estensione che ripristina i risultati censurati da Google
UE, approvata la riforma del diritto d'autore, compresi gli articoli 11 e 13
Tecnico IT licenziato si vendica cancellando 23 server
Facebook, le password di centinaia di milioni di utenti salvate in chiaro: cambiatele
Tutti gli Arretrati


web metrics